€ 14.25€ 15.00
    Risparmi: € 0.75 (5%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Quantità:

Disponibile in altre edizioni:

Il teatro e il suo doppio
€ 19.00 € 20.00
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Il teatro e il suo doppio

Il teatro e il suo doppio

di Antonin Artaud


  • Editore: Audino
  • Collana: Manuali di Script
  • A cura di: G. Rocca
  • Data di Pubblicazione: marzo 2019
  • EAN: 9788875274009
  • ISBN: 8875274002
  • Pagine: 152
  • Formato: brossura
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

"Il teatro e il suo doppio", pubblicato da Gallimard nel 1938, raccoglie i saggi più significativi di Artaud. Questa è la seconda traduzione italiana. L'altra uscì presso Einaudi mezzo secolo fa, a vent'anni dalla morte dell'autore, e chiuse l'arco di trformazione con cui da noi si era raccontato Artaud: dall'anarchico che attentava al teatro con brutali messinscene, dal grafomane recluso, distrutto dagli elettroshock, al poeta finalmente consacrato con l'Opera Omnia dal più prestigioso editore francese. Scrive Giuseppe Rocca, curatore di questa edizione: «In varia misura e legittimità, quasi tutto il teatro di ricerca, di questo cinquantennio si è riconosciuto illuminato dal Sole Nero di Artaud. Nel bene e nel male. [...] Spesso, chi ha agito nel nome di Artaud ne conosceva solo qualche massima. E poche parole d'ordine sono bastate, per esempio, a provocare nel DNA teatrale una vera mutazione genetica: l'atto performativo (recitazione o lettura registica di un dramma) è, di fatto, passato da attività di secondo livello (interpretazione del testo) ad azione di primo livello (creazione scenica). [...] Una nuova traduzione può servire anche à discutere di questo, a invitare a un consuntivo della fase che la versione Einaudi ha contribuito ad avviare e che oggi siamo maturi per storicizzare. [...] .Artaud distruttore del testo? Può esserlo uno che lascia ventisei volumi di scritti? Cos'è il rito, tanto sognato da Artaud, se non proprio quella ripetizione e quella fissità da lui tanto negate? È veramente applicabile in teatro quello che Artaud ha scritto sul teatro? Se cinquant'anni di teatro italiano sono stati influenzati da questo libro vuol dire che esso può avere effetti pratici. E vuol dire anche che la prassi ha bisogno di un pensiero che ia stimoli, la guidi e la controlli eticamente.» (Dalla Prefazione)

Tutti i libri di Antonin Artaud

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 1 recensione)

4Teatro della crudeltà, 05-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Assolutamente sorprendente. La concezione del teatro di Artaud è debitrice ai principi ed archetipi magici talmente arcaici da apparirci completamente nuovi. Un teatro che rifiuta il modello occidentale di teatro introspettivo introdotto da Racine, un teatro che vuole tornare fecondo e utile alla vita, e non vuole esserne lo specchio. Il teatro visto come un grande rituale ieratico e liberatorio, il teatro come esistere e allo stesso tempo come sogno.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti