€ 10.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
La taverna del Doge Loredan

La taverna del Doge Loredan

di Alberto Ongaro

  • Editore: Piemme
  • Collana: Bestseller
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2007
  • EAN: 9788838473401
  • ISBN: 8838473404
  • Pagine: 285
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Trama del libro

A Venezia, in un'antica palazzina, Schultz, editore e tipografo di discreta fama locale, è intento alla ricerca di un manoscritto scomparso, finito chissà come in cima a un armadio. Ma tra polvere e vecchie lettere, ecco emergere un libro misterioso, privo di titolo e nome dell'autore. Gli basta dare un'occhiata alle pagine scure e ammuffite per essere trascinato in un mondo antico, fatto di intrighi, duelli, amori e tradimenti. La storia che si snoda davanti ai suoi occhi è ambientata a Londra quasi due secoli addietro e ha per protagonista Jacob Flint, un giovane gentiluomo inglese con la passione per le mogli altrui. Tuttavia Schultz vi avverte inquietanti analogie con la propria vita, come se il testo scritto tanto tempo prima parlasse di lui.

I libri più venduti di Alberto Ongaro

Vedi tutti

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.6 di 5 su 5 recensioni)

5La taverna del doge Loredan, 06-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Premessa: Ongaro per me è il più grande scrittore italiano vivente (non è granchè come giudizio, ma ci sta tutto). Il sogno, il racconto, l'immaginazione che irrompono sulla realtà e la condizionano, la distorcono e alla fine, in qualche modo, la determinano: tutta la sua opera è giocata su questo tema, sul confine col surreale, dove mondo onirico e mondo reale si toccano. Il narratore finisce con l'essere travolto da quel che va raccontando. Qui il gusto anticonformistico, il piacere di stupire del fabbricante di storie, l'arte dell'alchimista di parole producono trovate da meraviglia continua. Ottima porta di accesso al mondo di Ongaro, che è tutto da vedere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Non è un libro "semplice", 22-09-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Di sicuro non è un libro che si può leggere con leggerezza. L'intreccio delle due storie già rende il libro vagamente complicato e il tipo di scrittura non aiuta. La storia in se non è brutta ma passare continuamente da ciò che è la storia letta dal protagonista e quelle che sono le vicende reali del protagonista stesso rende il libro abbastanza pesante. Bisognerebbe comunque provare a leggerlo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Non è un libro "semplice", 22-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Di sicuro non è un libro che si può leggere con leggerezza. L'intreccio delle due storie già rende il libro vagamente complicato e il tipo di scrittura non aiuta. La storia in se non è brutta ma passare continuamente da ciò che è la storia letta dal protagonista e quelle che sono le vicende reali del protagonista stesso rende il libro abbastanza pesante. Bisognerebbe comunque provare a leggerlo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Non è un libro "semplice", 22-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Di sicuro non è un libro che si può leggere con leggerezza. L'intreccio delle due storie già rende il libro vagamente complicato e il tipo di scrittura non aiuta. La storia in se non è brutta ma passare continuamente da ciò che è la storia letta dal protagonista e quelle che sono le vicende reali del protagonista stesso rende il libro abbastanza pesante. Bisognerebbe comunque provare a leggerlo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4La vita è un sogno?, 19-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro che ha nel lettore il suo punto di forza. E' un libro onirico, arcano, che fa di chi legge - oltre che un interlocutore - l'autore stesso delle storie lette; quasi un gioco di scatole cinesi, $con i sogni al posto delle scatole. La trama invoglia alla lettura, tentatrice, come la bella Nina del racconto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO