€ 9.02€ 9.50
    Risparmi: € 0.48 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Suzuki piano school. Ediz. italiana, francese e spagnola vol.1

Suzuki piano school. Ediz. italiana, francese e spagnola vol.1

di Shinichi Suzuki

  • Editore: Volontè & Co
  • Traduttore: Stupay A.
  • Data di Pubblicazione: novembre 2010
  • EAN: 9788863880427
  • ISBN: 8863880425
  • Pagine: 36
  • Formato: rilegato
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

È il 1° volume del metodo Suzuki dedicato al pianoforte, pubblicato in una nuova edizione, anche in italiano. Si tratta della naturale trasposizione dei principi del metodo Suzuki allo strumento pianoforte. "L'arte non è qualcosa che sta sopra o sotto di me, l'arte è legata alla mia essenza più profonda", così diceva Shinichi Suzuki. Egli aveva compreso che proprio "l'imitazione" è alla base del processo d'apprendimento umano nei primi stadi della vita e, attraverso il metodo che egli chiamò "della lingua madre", dimostrò che si poteva insegnare a un bambino così come gli si insegna a parlare: niente di più ovvio, eppure niente di più straordinariamente rivoluzionario per quei tempi in cui il gran maestro giapponese ideava e codificava il metodo. Come, infatti, un bambino impara a parlare ascoltando e ripetendo continuamente le parole dette infinite volte dai genitori, così impara a suonare ascoltando e ripetendo continuamente un frammento musicale, un ritmo, una melodia che gli stessi genitori, "addestrati" dall'insegnante, gli proporranno nel corso della giornata affinché gli risultino familiari. Poiché la musica sarà a questo punto entrata a far parte in modo del tutto naturale della vita del bambino e della sua famiglia, diventerà per loro "metodo di vita", attraverso il quale verrà costruito il carattere, si coltiverà il buon gusto, si svilupperanno le buone maniere, si imparerà a entrare in relazione con gli altri rispettando le regole, ma anche affinando la sensibilità; soprattutto si troverà in essa quella compagnia che non verrà mai meno, ancor più se si sarà in grado di suonare uno strumento.