€ 10.00
Fuori catalogo - Non ordinabile

Disponibile in altre edizioni:

Survivor
Survivor(2019)
€ 11.05 € 13.00
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Survivor

Survivor

di Chuck Palahniuk


  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar contemporanea
  • Traduttori: Monina M., Capogrossi G.
  • Data di Pubblicazione: febbraio 2015
  • EAN: 9788804654452
  • ISBN: 8804654457
  • Pagine: 270
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Tender Branson, ultimo membro sopravvissuto di una setta, narra la storia della sua vita alla scatola nera di un aereo che sta precipitando al largo dell'Australia. In un crescendo delirante Tender racconta di quando viveva nella comunità della setta ignaro dell'esistenza di un mondo evoluto, e descrive i suoi lavori di maggiordomo, di suggeritore di galateo per "nouveaux riches" in difficoltà, di istigatore telefonico al suicidio. Le sue vicende raggiungono l'apice quando rimane l'unico superstite al suicidio di massa dei membri della setta e grazie alla cinica assistenza di un agente dello spettacolo. Ma le cose si mettono male quando emergono le prove che i suicidi della setta sono in realtà degli omicidi.

I libri più venduti di Chuck Palahniuk

Tutti i libri di Chuck Palahniuk

Voto medio del prodotto:  0 (0 di 5 su 0 recensioni)

3Non convince del tutto, 03-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Altro buon libro di Palahniuk che, seppur non raggiungendo i livelli di FIght Club, resta un'ottima lettura (ovviamente se piace il suo stile) .
Trovo ottima l'idea del numerare le pagine al contrario, proprio perchè la storia parte dall'ultima pagina, quello che c'è prima è solo un'enorme flashback, il racconto dei fatti che ci hanno portato alla situazione finale (o iniziale, dipende da come si vede) .
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2Survivor, 06-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Non sono una grande fan di Chuck Palahniuk. Riconosco la facile poplarità che possono portargli i suoi romanzi che trattano di una società deviata alla quale è quasi un obbligo ribellarsi in qualche modo. Solo che il modo in cui i suoi personaggi affrontano la società porta inequivocabilmente all'autodistruzione, e a lungo andare questo cliché diventa anche noioso
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Da non perdere!, 08-08-2011, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Il secondo romanzo di questo brillante autore non ha nulla da invidiare al famosissimo romanzo d'esordio "Fight Club".
Brutale e spregiudicato ma soprattutto innovativo nello stile di scrittura, questo è un romanzo che merita, senza alcun dubbio, un posticino nella libreria di ogni lettore! Chuck Palahniuk non delude mai!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2Survivor, 04-08-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Non capisco perchè sia così cocciuto da continuare a leggere il Palahniuk. Qualche invenzione interessante, ma un po' di prosopopea per dire che so tutto io. E qualche scopiazzatura (si sente a volte l'Irving del Mondo di Garp). Questa volta la storia (almeno il plot centrale) è più comprensibile dell'altro. C'è un tal Tender Branson, ultimo membro sopravvissuto di una setta, che narra la storia della sua vita alla scatola nera di un aereo che sta precipitando al largo dell'Australia. Interessante l'idea di numerare le pagine al contrario, così sappiamo di avvicinarci alla fine quando stiamo arrivando alla pagina 1. Così come interessanti le escursioni nell'economia domestica durante la sua vita di maggiordomo. Ma poi appunto prende il tono delirante (anche se molto americano) delle sette e della loro vita (e tuttavia salverei il personaggio, per me divertentissimo, di Fertility). E via discorrendo in un crescendo di improbabilità o di voluto ammiccamento (io come sono bravo che colpisco qui e là e faccio male all'America). Però è sempre troppo di testa. E quando l'invenzione è lì per sé stessa, rimane col fiato corto e nulla più. In questo, come nell'altro, sembra che abbia avuto una buona idea per i primi 10 minuti, e poi, invece di finirla lì, è voluto andare avanti fino a farne un librone di più di 200 pagine, smarrendo la lucidità. Alla fine dei conti, forse se ne leggerà ancora per studio, ma non per entusiasmo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Il miglior Palahniuk, 17-07-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
"Survivor" comincia dalla fine, per questo le pagine sono numerate in ordine decrescente. Il protagonista è l'ultimo sopravvissuto di una setta americana che racconta la sua storia prima di togliersi di mezzo anche lui in maniera spettacolare. Il mio Palahniuk preferito, un libro da leggere assolutamente. E se non dovesse piacervi, avrete comunque appreso numerosi segreti per svolgere al meglio le faccende domestiche.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Survivor (15)