€ 26.60€ 28.00
    Risparmi: € 1.40 (5%)
Disponibilità immediata

Ne hai uno usato?
Vendilo!
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Studi sul caporalato

Studi sul caporalato

di G. De Santis, S. M. Corso, F. Delvecchio (a cura di)

  • Editore: Giappichelli
  • Collana: Giustizia penale ed economia
  • A cura di: G. De Santis, S. M. Corso, F. Delvecchio
  • Data di Pubblicazione: dicembre 2019
  • EAN: 9788892131712
  • ISBN: 8892131710
  • Pagine: VIII-205
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

La monografia “Studi sul caporalato” vuole essere un approccio interdisciplinare ad un settore, quello della intermediazione illecita e dello sfruttamento del lavoro, dove – con la legge n. 199/2016 – si coglie la nitida consapevolezza delle ricadute della giustizia sull’economia (e non solo sull’impresa coinvolta) e su soggetti incolpevoli (in primis, i lavoratori) e della necessità di operare in modo che la responsabilità (penale o amministrativa) rimanga circoscritta alle persone fisiche o giuridiche cui l’illecito è attribuibile.
Il diffuso lavoro sommerso, la persistente crisi economica, l’ingresso della criminalità organizzata nella gestione di “gruppi vulnerabili” hanno portato a conoscere la figura del “caporale” anche in settori diversi da quello agricolo (quali l’edilizia e la cantieristica), trasformandola in componente dell’organizzazione criminale in grado di avvalersi dei metodi ad essa connaturali.
La repressione penale è articolata e colpisce (finalmente) il datore di lavoro consapevole sfruttatore, ma l’attenzione maggiore viene rivolta all’azione di prevenzione, controllo e contrasto al fenomeno dello sfruttamento nella consapevolezza che il processo (e la condanna) penale può venir marginalizzata da un’economia non impegnata a massimizzare il profitto, ma anche sensibile a rimuovere le sacche di “esclusione sociale”. La legge n. 199/2016 appare un laboratorio sperimentale che testa soluzioni alternative alla repressione, interventi della iniziativa economica privata, misure di sostegno ai singoli e alle imprese e che non preclude ulteriori sviluppi.