€ 13.30€ 14.00
    Risparmi: € 0.70 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Storia e critica dell'opinione pubblica

Storia e critica dell'opinione pubblica

di Jürgen Habermas


  • Editore: Laterza
  • Collana: Economica Laterza
  • Edizione: 5
  • Traduttori: Illuminati A., Masini F., Perretta W.
  • Data di Pubblicazione: maggio 2005
  • EAN: 9788842076278
  • ISBN: 8842076279
  • Pagine: XLVII-316
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteQuesto articolo è acquistabile
con il Bonus 18app o la Carta del docente

Descrizione del libro

Una fondamentale interpretazione dello sviluppo dell'opinione pubblica nella società borghese, dalla funzione critica e di controllo sulle oligarchie dirigenti esercitata al sorgere degli Stati nazionali a quella attuale. L'analisi, che coinvolge anche storia e sociologia della famiglia, della stampa e delle istituzioni giuridiche nel corso degli ultimi tre secoli, rende conto dei cambiamenti dell'orizzonte d'esperienza e degli approfondimenti teorici sui concetti di società civile e sulla complessità dei nuovi fenomeni di aggregazione sociale.

Tutti i libri di Jürgen Habermas

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Storia e critica dell'opinione pubblica acquistano anche Cogito ergo sum. Idee e fatti sulla comunicazione di Laura Solito € 15.67
Storia e critica dell'opinione pubblica
aggiungi
Cogito ergo sum. Idee e fatti sulla comunicazione
aggiungi
€ 28.97

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 2 recensioni)

4Una utile analisi di un concetto fondamentale, 01-07-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Analisi approfondita storico-sociologica di un concetto fondamentale della sociologia e della filosofia politica; Habermas sostiene che l'opinione pubblica si sia formata dalla nascita della società mercantile e borghese e dall'emergere dell'ambito letterario e poi della famiglia borghese, per poi sostanzializzarsi nel contrasto e nella dialettica col potere prima rappresentativo che andava estinguendosi e poi con quello politico. Il filosofo tedesco ne trova le fonti ideologiche in grandi del pensiero filosofico quali Kant, Locke e altri. A volte ostico ma assolutamente interessante
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Dettagliato e preciso, 22-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Interessante trattato, dettagliato e preciso. Non sempre facile nella lettura, ma non male!
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti