€ 13.94
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

Sostiene Pereira. Una testimonianza
€ 8.07 € 9.50
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Sostiene Pereira. Una testimonianza
€ 8.46 € 9.00
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Sostiene Pereira. Una testimonianza

Sostiene Pereira. Una testimonianza

di Antonio Tabucchi


  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: I narratori
  • Edizione: 25
  • Data di Pubblicazione: febbraio 1996
  • EAN: 9788807014611
  • ISBN: 8807014610
  • Pagine: 208
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Agosto 1938. Un momento tragico della storia d'Europa, sullo sfondo del salazarismo portoghese, del fascismo italiano e della guerra civile spagnola, nel racconto di Pereira, un testimone preciso che rievoca il mese cruciale della sua vita. Chi raccoglie la testimonianza di Pereira, redatta con la logica stringente dei capitoli del romanzo, impeccabilmente aperti e chiusi dalla formula da verbale che ne costituisce il titolo: Sostiene Pereira? Questo non è detto, ma Pereira, un vecchio giornalista responsabile della pagina culturale del "Lisboa" (mediocre giornale del pomeriggio) affascina il lettore per le sue contraddizioni e per il suo modo di "non" essere un eroe.

Tutti i libri di Antonio Tabucchi

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 2 recensioni)

5Straconsigliato, 26-03-2018
di - leggi tutte le sue recensioni
Viene descritta la vita privata di un uomo approfondendo il contesto storico in cui è inserito, ma dal quale cerca di scappare. I temi trattati sono: la ribellione alla dittatura, la libertà di pensiero e di espressione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5La missione del giornalista, 15-02-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Al vecchio Pereira, caporedattore cultura di un giornalino marginale durante la dittatura di Salazar, è impossibile non voler bene. La sua storia di innocuo cronista un po' suonato che si trasforma - involontariamente e suo malgrado - in eroe, ci viene raccontata nell'originalissima forma di verbale. Lettura piacevole che favorisce la riflessione sulla libertà di stampa e la missione del giornalismo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO