€ 14.50
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Il signorino

Il signorino

di Natsume Soseki


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Neri Pozza
  • Collana: Le tavole d'oro
  • Traduttore: Pastore A.
  • Data di Pubblicazione: novembre 2007
  • EAN: 9788854502352
  • ISBN: 8854502359
  • Pagine: 160

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Bocchan: così si chiama in giapponese questo celebre romanzo di Natsume Soseki, che costituisce forse l'opera più letta nel Giappone moderno. Bocchan è il nome affettuoso che si usa in Giappone per rivolgersi a un bambino maschio. Le domestiche, ad esempio, chiamano bocchan il bambino della famiglia presso cui prestano servizio. È un nome che potrebbe corrispondere al nostro "signorino", se non fosse molto meno formale e deferente e, soprattutto, se non assumesse una sfumatura negativa quando, usato ironicamente, prende il significato di ragazzino immaturo, irresponsabile, ingenuo. Il personaggio, che è all'opera in queste pagine, è inguaribilmente bocchan, un "signorino" nella duplice accezione del termine giapponese. In età infantile, disprezzato dal padre e ignorato dalla madre che gli preferisce il fratello più grande, viene chiamato affettuosamente bocchan da Kiyo, la domestica di casa, una donna all'antica che considera il legame con lui alla stregua di quello che univa servitore e padrone in epoca feudale. Diventato adulto, resta un "signorino" dall'aria svagata, dalla mancanza di rispetto per l'etichetta, dalla disarmante sincerità. Insegna matematica ad allievi chiassosi e zucconi e in mezzo a insegnanti che non sono altro che un branco di caproni arroganti, disonesti e ipocriti. Dovrebbe rassegnarsi e capire che l'ipocrisia sta diventando norma nel Giappone moderno, ma non cessa un solo istante di difendere con impulsività e commovente ingenuità l'antico senso dell'onore.

I libri più venduti di Natsume Soseki

Tutti i libri di Natsume Soseki

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 3 recensioni)

4Bocchan, 28-02-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Bocchan, così si chiama in giapponese questo romanzo, è il nome affettuoso che si usa in Giappone per rivolgersi a un bambino maschio. Ed è anche l'appellativo con cui il nostro protagonista veniva chiamato da piccolo da Kiyo, la domestica di casa. Divenuto quasi per caso professore di discipline scientifiche, il nostro protagonista si ritrova a insegnare in un sobborgo, lontano e diverso dalla sua amata Tokyo (anche questa decisione viene presa più per caso, che per una scelta ragionata) . Si scontrerà qui con un mondo fatto di ipocrisie.
Bellissimo libro che, per un certo verso, mi ricorda l'inetti di Svevo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Il signorino, 06-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Il nostro giovane eroe è impulsivo e irriflessivo fino a farsi la nomea di cattivo soggetto, è insofferente verso le convenzioni sociali, odia e ama al tempo stesso l'oramai sempre più invadente cultura occidentale e lotta con i tutti i propri mezzi contro l'ipocrisia che si sta sempre più affermando nel Giappone moderno. C'è tutto Soseki in queste pagine, che stillano ironia e anche malinconia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Il signorino, 09-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro molto scorrevole e piacevole.

Soseki narra dell'entusiasmo giovanile, di quando gli ideali sono sempre davanti ai compromessi, alle regole scritte e non scritte, e vogliono rovesciare il mondo rimettendolo dritto.

Il protagonista, ragazzo sempre discolo e irrequieto, alla prima esperienza di lavoro si scontra con l'ipocrisia che regna nel mondo del lavoro e nella vita di tutti i giorni, andando a finire in un ambiente provinciale che, provenendo lui da una grande città (Tokyo), lo mette ancora a più dura prova.

Giappone inizio novecento, forti contrasti tra la classica cultura giapponese e l'arrivo della tradizione occidentale. Specie il carattere del protagonista è molto poco Giapponese e rappresenta bene il conflitto sempre presente nelle opere dei maggiori scrittori Giapponesi del Novecento.

Caratteri dei personaggi ben disegnati ed elaborati.
Ritieni utile questa recensione? SI NO