€ 8.64€ 9.00
    Risparmi: € 0.36 (4%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Disponibilità immediata
Quantità:

Disponibile in altre edizioni:

La signora Dalloway
La signora Dalloway(2019 - brossura)
€ 8.64 € 9.00
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
La signora Dalloway
La signora Dalloway(2014 - brossura)
€ 8.16 € 8.50
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
La signora Dalloway

La signora Dalloway

di Virginia Woolf


  • Editore: Foschi (Santarcangelo)
  • Collana: I classici
  • Traduttore: Indiveri M.
  • Data di Pubblicazione: 2017
  • EAN: 9788899666583
  • ISBN: 889966658X
  • Pagine: 188
  • Formato: brossura
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Il romanzo "La signora Dalloway", pubblicato nel 1925 e ambientato due anni prima, si svolge a Westminster, nel cuore di Londra: in una mattina di sole, la signora Dalloway esce a comprare dei fiori per la festa che si terrà la sera stessa a casa sua. Da qui la giornata si svolge come un giorno qualsiasi: riceve una visita, vede il marito, si riposa, parla con la figlia, accoglie gli ospiti alla festa. Non ci sono colpi di scena, ed è proprio l'automatismo dei gesti quotidiani compiuti dalla signora Dalloway, in quella che potrebbe essere definita "vita di superficie", che permette a Virginia Woolf di creare lo spazio per un tempo doppio, una doppia vita: grazie alla ripetitività delle azioni, la signora Dalloway può immergersi in pensieri e ricordi che si sovrappongono alla routine e che raccontano la sua storia, modificando e trasformando l'ordinarietà di sottofondo, perché, in fin dei conti, per raccontare una vita basta una giornata.

Tutti i libri di Virginia Woolf

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano La signora Dalloway acquistano anche È passato tanto tempo di Andre III Dubus € 16.57
La signora Dalloway
aggiungi
È passato tanto tempo
aggiungi
€ 25.21

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.6 di 5 su 8 recensioni)

3Pesante, 30-03-2018
di - leggi tutte le sue recensioni
Opera impegnativa in cui viene utilizzato il flusso di coscienza.
E' incentrato sul ruolo della donna in quel periodo, il tema del matrimonio e il tema bellico. Il testo, infatti, segue le vicende interiori dei due protagonisti: Mrs Dalloway e Septimus Warren Smith.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Pesante, 31-03-2015
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo romanzo è una sfida. Il tempo non esiste, la signora Dalloway darà un ricevimento in casa sua alla sera (questo è il tema centrale del racconto) e nel corso della giornata si incontrano vari personaggi, alcuni dei quali non c'entrano niente con la storia. Ci sono vite intrecciate, ricordi di gioventù, la vicenda di un personaggio che si suicida. Se non si dà troppo peso alla trama si comprende che è un libro molto profondo, autobiografico, in cui si affrontano vari temi: la vita, la malattia, il suicidio, la morte, l'incomprensibilità dei comportamenti e dei rapporti umani. Un classico pesante, ma molto consigliato per comprendere molte cose sulla vita dell'autrice.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Mrs Dalloway, 26-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Importantissima scrittrice inglese del Novecento, Virginia Wolf, in questo libro mostra la storia di una singola giornata della famiglia Dalloway e, in particolare, della signora Dalloway, Clarissa. Ma, in qualche modo, è anche la storia di un giorno della città a cui questa famiglia appartiene, con tutte le sue contraddizioni e tragedie. Una bellissima lettura!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Un libro difficile, 16-02-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Riconosco l'originalità (specie per quei tempi) di questo libro e dello stile della Wolf ma si tratta di un testo davvero poco digeribile. A me non è piaciuto, l'ho trovato noioso, poco interessante, poco stimolante. Sarà perchè a me piacciono le "storie" e qui di eventi ce ne sono pochi... Penso ci sia di meglio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2La signora Dalloway , 05-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ammiro, e ci mancherebbe, l'abilità di scrittrice della Woolf, ma è proprio un piccolo mattone. La passeggiata della signora Dalloway, con i pensieri tra la da poco finita guerra, i passanti, il vigile, la commessa. Il gioielliere che cerca (trova?) il modo per far fare uno scatto di qualità alla sua vita (ma se per lui la qualità è il denaro, quale sarà lo scatto agognato?). Forse solo quelle lettere sul canterano, che aspettano il ritorno della vecchia signora che le leggerà, e che la casa spera siano racconti di viaggio, ma forse son solo conti e fatture. Tristi fotografie di un mondo triste. Apprezzo fino all'ultima riga il suo inglese, e l'ho letto e riletto perché scorre, significa, si sente vivo. Ma non c'è la cupa angoscia di "Una gita al faro" o di altre prove dove la lunghezza non serviva per allungare il brodo (ah ah) ma per arrivare a quella misura di equilibrio, per far uscire dalla pagina il sentimento, così come traspare dalle cose e dai pensieri, senza l'intervento diretto dell'autore deus ex-machina. Insomma, qui ritorna il mio dilemma sulla difficoltà (assolutamente personale) di star dietro alla dimensione racconto. Ed al mio ritorno, appena si può, alla lettura almeno del romanzo breve, se non al tomo indigeribile. Interlocutorio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su La signora Dalloway (8)


Gli altri utenti hanno acquistato anche...

Ultimi prodotti visti