€ 12.22€ 13.00
    Risparmi: € 0.78 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Si spengono le luci

Si spengono le luci

di Jay McInerney


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Bompiani
  • Collana: I grandi tascabili
  • Edizione: 4
  • Traduttore: Bertola S.
  • Data di Pubblicazione: febbraio 2000
  • EAN: 9788845243691
  • ISBN: 8845243699
  • Pagine: 396
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Al centro del romanzo una coppia: Russell "Crash" Calloway, un editor brillante e ambizioso, ma insoddisfatto della propria vita e del proprio lavoro, e la moglie, Corinne, una donna affascinante che lavora a Wall Street ma deve vedersela con le proprie contraddizioni. La loro vita scorre senza un attimo di tregua fra cene animate e party di lavoro, ma il loro matrimonio non va nel verso giusto. Russell e Corinne si allontanano l'uno dall'altra, lui sempre più attratto dal desiderio di nuove speranze sessuali, lei sempre più alla ricerca di un senso profondo da dare alla propria vita: un figlio, un lavoro diverso. Ma la storia non finisce senza un filo di speranza.

I libri più venduti di Jay McInerney

Tutti i libri di Jay McInerney

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Si spengono le luci acquistano anche Good life di Jay McInerney € 12.22
Si spengono le luci
aggiungi
Good life
aggiungi
€ 24.44

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 6 recensioni)

5Un libro moderno e affascinante, 29-01-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Non conoscevo quest'autore ed è stato una piacevole scoperta. La giovane coppia protagonista del romanzo, Russell e Corrine, vivono in un vortice di impegni, lavoro, cene in una New York degli anni '80 in cui tutto sembra possibile per chi ha coraggio e temerarietà. Ma dietro l'apparente serenità si celano insoddisfazioni personali e ambizioni che logorano la vita di coppia: sopraggiungono i gravi problemi personali di amici e i bruschi risvegli dovuti allo scontro con la spietatezza del mondo degli affari. Una scrittura scorrevole, impreziosita da citazioni colte e brillanti, ne fanno un piccolo capolavoro della letteratura moderna.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Bel libro, 30-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Bellissimo e intenso, questo libro merita le quattro stellette per la sincerità (che premio sempre perchè disprezzo gli scrittori che ricorrono alla menzogna, e purtroppo ce ne sono molti... ) , lo stile curato e la storia appassionante. Fa compagnia a Revolutionary Road di Yates come indubbiamente il romanzo sull'amore di coppia che rileggerò volentieri e in cui sicuramente rileverò sempre nuovi spunti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Si spengono le luci, 17-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo molto radicato nella città e negli anni in cui è ambientato. Una storia godibile, che fotografa il mondo newyorkese fatto di ristoranti alla moda, feste esclusive, multi miliardari che comperano e fondono aziende, creando i presupposti di quella bolla che esploderà qualche anno più tardi. L'autore è bravo ad entrare nelle vite dei protagonisti, con occhio a volte distaccato e a volte partecipe. Mi è piaciuto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Si spengono le luci, 06-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Jay Mcinerney è uno scrittore che negli anni ottanta è stato un po' sopravvalutato. In Si spengono le luci racconta la storia di Russell e Corrine, una coppia alla ricerca di una realizzazione personale filtrata da feste, cene e superficialità. Tra quelli che ho letto lo considero il suo romanzo più riuscito. Ci sono tante citazioni, e la storia fa riflettere sulla nostra condizione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Si spengono le luci, 03-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Non c'è dubbio che Mc Inerney sappia scrivere in modo cattivante, e che soprattutto questo romanzo meriti un buon punteggio, anche se ho la sensazione che non mi abbia lasciato molto. Tuttavia... qualche anno fa, chiacchierando di scrittori americani con un amico, il discorso cadde sulla ruggine che ad un certo punto era subentrata fra McInerney e Bret Easton Ellis: quali ne fossero i motivi concreti non ricordo, ma rammento che dissi al mio amico: "Quei due sono fatti per non andare d'accordo: Ellis crea una satira corrosiva della cultura degli anni Ottanta e della cultura americana in genere, anche quando pare identificarsi nei suoi personaggi; McInerney ama gli anni Ottanta e nella cultura americana si riconosce". Questo romanzo, come anche il recente The Good Life, ne sono la prova: lo scrittore non mette mai in discussione i valori della famiglia, dell'economia e della cultura americana; ne biasima gli eccessi, ma al fondo delle sue storie si profila sempre un moralismo comodo e tranquillante. Insomma, McInerney fa narrativa sostanzialmente consolatoria; vabbè, magari ci vuole anche quella. Forse non si può vivere solo di Proust e Dostoevskij. Ma forse proprio per questo motivo i suoi romanzi (fatto salvo quello d'esordio) si leggono, si gradiscono e si dimenticano.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Si spengono le luci (6)


Prodotti correlati

Ultimi prodotti visti