€ 5.90
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Sette sataniche. Dalla stregoneria ai messaggi subliminali nella musica rock, dai misteri del mostro di Firenze alle «Bestie di Satana»

Sette sataniche. Dalla stregoneria ai messaggi subliminali nella musica rock, dai misteri del mostro di Firenze alle «Bestie di Satana»

di Vincenzo M. Mastronardi, Ruben De Luca, Moreno Fiori


Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Newton Compton
  • Data di Pubblicazione: 2008
  • EAN: 9788854110878
  • ISBN: 8854110876
  • Pagine: 446
  • Ean altre edizioni: 9788854106666

Descrizione del libro

Quando si parla di satanismo di solito lo si fa generando un notevole grado di confusione, perché si tende a enfatizzare gli aspetti più spettacolari, omettendo o minimizzando quelli più "privati", che poi sono anche quelli più autentici. Secondo i resoconti della maggior parte dei mezzi d'informazione, quasi tutte le sette sarebbero "sataniche" e commetterebbero crimini orripilanti. La funzione principale di questo libro è quella di evitare le generalizzazioni e separare i fatti dalla mitologia. Esistono individui che violentano, torturano e uccidono "in nome del diavolo" ma, spesso, si tratta di soggetti che utilizzano il satanismo come pretesto o come giustificazione per motivare delle azioni originate da una patologia mentale personale. L'indagine condotta dagli autori è strutturata sulla scorta delle richieste rivolte loro dai mass-media relativamente a scottanti tematiche di attualità quali il fenomeno delle sette sataniche dopo l'ultimo caso delle "Bestie di Satana" o gli ulteriori sviluppi delle indagini sul Mostro di Firenze, che portano ad attribuire la responsabilità dei delitti delle coppie a un'ipotetica setta esoterico-massonica.

Tutti i libri di Vincenzo M. Mastronardi

Voto medio del prodotto:  0.0 (0 di 5 su 0 recensioni)

3.0Indagine sul satanismo, 22-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Una storia del satanismo dal Seicento ai giorni nostri (che poi sarebbero i primi anni Novanta, dato che il libro è del 1994).
Interessante la rappresentazione della lotta fra gruppi satanisti e gruppi antisatanisti (di matrice ora religiosa ora laica), nei vari periodi storici: ci si ritrova a osservare da un punto di vista inconsueto alcuni contesti socioculturali: dalla Francia della seconda metà dell’Ottocento, spaccata fra clericali e anticlericali, agli Stati Uniti degli anni Ottanta-Novanta, col loro pluralismo religioso.

La lettura del saggio rivelerà quali e quante siano le implicazioni culturali e politiche (nel senso più ampio e più alto: diritti dell’individuo, libertà di culto ecc.) di un argomento del genere: per questo motivo segnalo anche una pagina critica sull’autore
Ritieni utile questa recensione? SI NO