€ 11.52€ 12.00
    Risparmi: € 0.48 (4%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Sentieri proletari. Storia dell'Associazione Proletari Escursionisti

Sentieri proletari. Storia dell'Associazione Proletari Escursionisti

di Alberto Di Monte


Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

"Sempre più in alto, per una nuova umanità": questo il motto dell'APE, Associazione Proletari Escursionisti, nata il 7 novembre 1919 nelle città di Lecco, Milano e Alessandria. Prima associazione sportiva proletaria e antialcoolica di chiaro orientamento socialista, l'APE, promossa da provetti alpinisti, rivendica il diritto allo sport non solo per un'élite borghese, ma per tutti. Lo sport diventa uno strumento di emancipazione, che qualifica il tempo libero degli operai e delle loro famiglie. Escursioni, gite cicloalpine, pranzi al sacco e trasferte in omnibus alla portata di tasche proletarie animano la vita del folto gruppo di appassionati della montagna. Una storia lunga un secolo, interrotta, solo apparentemente, dalle leggi liberticide del ventennio fascista, durante il quale molti apeini si arruolarono tra le file dei partigiani, nascosti sui monti del Lecchese e della Bergamasca. Nel secondo dopoguerra l'associazione si ricostituisce, continuando nella sua vocazione sociale, e sopravvive fino a oggi grazie a giovani amanti della montagna, che hanno raccolto la sfida del tempo, indossando ancora una volta scarponi, corde e moschettoni.