€ 11.40€ 12.00
    Risparmi: € 0.60 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibilità immediata solo 1 pz.
Ordina entro 10 ore e 12 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo giovedì 13 maggio. Scopri come

Disponibile in altre edizioni:

Il segreto del bosco vecchio
€ 9.50 € 10.00
Disponibilità immediata
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Il segreto del Bosco Vecchio

Il segreto del Bosco Vecchio

di Dino Buzzati

  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar moderni
  • Edizione: 3
  • Data di Pubblicazione: maggio 2016
  • EAN: 9788804667971
  • ISBN: 8804667974
  • Pagine: 196
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Trama del libro

"Bosco Vecchio è un mito: è la foresta sacra dove affondano le loro radici l'infanzia dello scrittore e quella dell'umanità, dimensione incontaminata che simbolizza la vita come forza gioiosa e gratuita, disinteressata ed eterna. Bosco Vecchio è abitato da un popolo di 'geni', custodi degli alberi, titolari della magica possibilità di trasformarsi a piacere in animali o in uomini, nonché di uscire dai loro domestici tronchi per vivere una vita del tutto uguale alla nostra. Un 'fantastico', che ci fa credere nell'incredibile perché i suoi segreti, sono un inverosimile che ci aiuta a esaurire il verosimile." (Dall'Introduzione di Claudio Toscani)

I libri più venduti di Dino Buzzati

Vedi tutti

Voto medio del prodotto:  4 (4.2 di 5 su 13 recensioni)

5Ottimo, 13-07-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Molto soddisfatto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5La magia della natura, 28-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho studiato questo romanzo alle medie e ho uno spledido ricordo della parole di Buzzati, grazie alla sua immensa fantasia e ai personaggi della storia. E' una fiaba ricca di immagini, una natura protagonista in prima persona in lotta contro i cattivi che vogliono distruggerla. Una storia che vorrei rileggere e riscoprire.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Commovente per ogni erà, 26-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro spesso proposto come "d'infanzia", ma assolutamente godibile per ogni adulto. Poetico, delicato, profondo. Per tutti coloro che lo hanno già letto più di qualche anno fa, o hanno visto la versione cinematografica interpretata da un Paolo Villaggio eccezionale come attore drammatico, e vogliono emozionarsi di nuovo di fronte la meraviglia della vita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Magico, 05-01-2012, ritenuta utile da 1 utente su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
La favola che ha per protagonista il Bosco Vecchio, pur essendo molto breve, è comunque ricca di vicende che dovrebbero scuotere l'animo dell'uomo.
Alla morte del Morro (suo proprietario) , il Bosco viene diviso in due e lasciato in eredità al colonnello Procolo e a Benvenuto.
Inizia così una storia fantastica; da una parte il colonnello, emblema del rigore, vorrebbe riuscire a dominare il movimento del Bosco, iniziando un'attività di disboscamento che sconforta tutte le piante. Dall'altra abbiamo Benvenuto, un ragazzino ancora debole e immaturo che proprio per questo riesce a comprendere il linguaggio della natura, che gli è amica anche nelle situazioni più pericolose.
Alla fine di questa bellissima storia, il Bosco si prenderà una bella rivincita sul colonnello Procolo, strappandogli ciò che di più prezioso ha.
A mio avviso questo romanzo contiene un insegnamento morale da non prendere sottogamba al giorno d'oggi: dovremmo essere più rispettosi nei confronti dell'ambiente e della natura, perché in fin dei conti noi non siamo nulla per poterla dominare e prima o poi (come abbiamo avuto modo di vedere negli avvenimenti recenti) sarà lei a riprendersi ciò che le abbiamo strappato.
Lo consiglio sia ai grandi che ai piccini.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Il segreto del bosco vecchio, 02-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
E' un'esperienza magica quella raccontata da Dino Buzzati ne "Il segreto del bosco vecchio". La contrapposizione tra l'animo di un bambino, quello di un adulto e quello della natura porta a riflettere sulla sensibilità che, spesso, si perde crescendo. Il linguaggio utilizzato dall'autore, a volte, è composto da termini che si sono persi nell'uso attuale quotidiano e che fanno meditare sull'impoverimento lessicale della nostra lingua.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il segreto del Bosco Vecchio (13)