€ 28.80€ 30.00
    Risparmi: € 1.20 (4%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Sculture in legno medioevali nella penisola sorrentino-amalfitana. Ediz. illustrata

Sculture in legno medioevali nella penisola sorrentino-amalfitana. Ediz. illustrata

di Pierluigi Leone De Castris


  • Editore: Longobardi
  • Data di Pubblicazione: 2018
  • EAN: 9788880904939
  • ISBN: 8880904930
  • Pagine: 146
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

"La Campania è una regione ricchissima di sculture in legno d'età medioevale; forse persino più dell'Abruzzo - la cui produzione di statue lignee intagliate è per altro molto meglio nota e studiata - e per certo assai più di tutte le altre regioni (...) La ricerca che qui si propone non è certo la risposta a queste lacune; piuttosto un'altra tappa di questo percorso. Si è scelto di lavorare su un territorio abbastanza circoscritto, non su tutta la regione, e nemmeno su Napoli - che fra tutti i centri è quello più indagato -, ma invece su un'area molto vicina a Napoli e insieme a Salerno, che è ancora molto ricca - lo vedremo - di sculture in legno e che sin qui non è stata però ancora indagata come invece meriterebbe, l'area della Costiera, sia nel suo versante sorrentino, sia in quello amalfitano (...). Le sculture in legno intagliato e dipinto - sebbene nel recente passato e ancor oggi talora trascurate nel loro valore storico e culturale per la loro conclamata e prevalente natura di simulacri della devozione - possono contribuire, insieme con le architetture, i dipinti, le oreficerie o le sculture in pietra o in marmo, a restituirci questo spaccato così lacunoso e però così ricco di vita religiosa, sociale, e allo stesso tempo di vita artistica e produttiva, che dové animare i centri della Costiera in età sveva ed angioina. Lo scopo dei capitoli che seguono è quello di recuperarne - luogo per luogo - gli esempi ancora esistenti e di ricostruirne i caratteri ed eventualmente i legami reciproci dentro il quadro più complessivo della scultura lignea campana e meridionale."