€ 18.05€ 19.00
    Risparmi: € 0.95 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come

Schiavi degli dei. L'alba del genere umano

di Biagio Russo

  • Editore: Drakon Edizioni
  • Data di Pubblicazione: 2010
  • EAN: 9788890484704
  • ISBN: 8890484705
  • Pagine: 292
  • Formato: rilegato
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

È un percorso d'indagine scientifica, filologica, storica e letteraria alla ricerca della verità circa le origini del genere umano. L'uomo moderno è davvero l'erede dell'uomo di Neanderthal? Egli rappresenta davvero l'ultimo anello dell'evoluzione dell'uomo? Ci sono mai stati un primo uomo di nome Adamo e una prima donna di nome Eva? È mai esistito un serpente tentatore? E chi erano gli angeli? A queste e a tante altre domande, l'autore risponde con una puntualità e chiarezza come mai accaduto prima. Risposte frutto di una ricerca severa, portata avanti sempre e costantemente con l'ausilio di testi originali, anche molto antichi, scritti o curati da autorevoli esperti internazionali e da esponenti di spicco del mondo accademico dell'astronomia, della storia, della statistica, della lingua e della letteratura straniera. Oltreché dalla testimonianza di un popolo straordinario: i Sumeri. Il "Progetto", ovvero "L'alba del genere umano", altro non è che la chiara e precisa descrizione del perché, quando e come si procedette alla realizzazione di un essere essenzialmente lavoratore e ubbidiente: l'uomo primitivo, lo "schiavo degli dei".

I libri più venduti di Biagio Russo

Vedi tutti

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 2 recensioni)

5Presentazione breve dell'autore, 26-03-2010, ritenuta utile da 5 utenti su 7
di - leggi tutte le sue recensioni
Schiavi degli Dei" è molto più di un saggio: è uno scrigno aperto da cui estrarre risposte sensazionali e le cui profondità scuoteranno sicuramente le coscienze dei lettori.
Un libro che farà clamore. Un libro non solo da leggere, ma da diffondere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Presentazione breve dell'autore, 05-12-2009, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
E' un percorso d'indagine scientifica, filologica, storica e letteraria alla ricerca della verità circa le origini del genere umano.
L'uomo moderno è davvero l'erede dell'uomo di Neanderthal?
Egli rappresenta davvero l'ultimo anello dell'evoluzione dell'uomo?
Da dove provenivano i Sumeri?
Come e da chi essi appresero, ben 5.000 anni fa, le straordinarie conoscenze astronomiche circa la creazione del nostro sistema solare?
Ci sono mai stati un primo uomo di nome Adamo e una prima donna di nome Eva?
E' mai esistito un serpente tentatore?
E chi erano gli Angeli?
A queste e a tante altre domande, l'autore risponde con una puntualità e chiarezza come mai accaduto prima.
Risposte frutto di una ricerca severa, portata avanti sempre e costantemente con l'ausilio di testi originali, anche molto antichi, scritti o curati da autorevoli esperti internazionali di assiriologia e sumerologia e da esponenti di spicco del mondo accademico dell'astronomia, della storia, della statistica, della lingua e della letteratura straniera. Ma soprattutto grazie alla testimonianza redatta in scrittura cuneiforme su tavolette d'argilla da un popolo straordinario: i Sumeri.
Un percorso d'indagine in cui l'autore porta per mano il lettore in un crescendo di coinvolgente interesse che tocca il suo culmine nelle due parti finali.
Il "Progetto", ovvero "L'alba del genere umano", altro non è che la chiara e precisa descrizione del perché, quando e come si procedette alla realizzazione di un essere essenzialmente lavoratore ed ubbidiente: l'uomo primitivo, lo "schiavo degli dei".
"Schiavi degli Dei" è molto più di un saggio: è uno scrigno aperto da cui estrarre risposte sensazionali e le cui profondità scuoteranno sicuramente le coscienze dei lettori.
Un libro che farà clamore. Un libro non solo da leggere, ma da diffondere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO