€ 17.28€ 18.00
    Risparmi: € 0.72 (4%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Lo schiaffo
Lo schiaffo(2013 - brossura)
€ 8.64 € 9.00
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Lo schiaffo

Lo schiaffo

di Christos Tsiolkas


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Neri Pozza
  • Collana: Bloom
  • Traduttore: Rossari M.
  • Data di Pubblicazione: giugno 2011
  • EAN: 9788854504806
  • ISBN: 8854504807
  • Pagine: 537
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

In una zona borghese e residenziale della moderna Melbourne è in corso un barbecue. La casa è di Hector e della moglie Aisha; lui è funzionario di origine greca, lei una veterinaria indiana.È un barbecue per parenti e amici, una di quelle occasioni in cui si parla di carriera, salute, figli e altro mantenendo un'aria rassicurante che suggerisca che tutto va per il meglio. Vi sono i genitori di Hector, Manolis e Koula; Rosie, vecchia amica di Aisha, e suo marito, una coppia di australiani anglosassoni dagli atteggiamenti tardo-hippy, col pestifero figlio Hugo, pargolo di tre anni ancora allattato dalla mamma; Harry, amico di Hector, che non riesce a celare il nervosismo; la diciottenne Concie, collega di Aisha e insospettabile amante di Hector; Richie, amico di Connie, promettente studente gay all'ultimo anno di liceo che aspetta di conoscere la sua destinazione universitaria; Anouk, altro vecchio amico di Aisha; e Rasie, ebreo di origine francese senza figli. Cioè una piccola fetta di moderna società multirazziale come è dato incontrare oggi in qualsiasi parte del mondo. L'esile equilibrio del piccolo gruppo viene infranto da un evento inatteso. Il pestifero Hugo dà un calcione sugli stinchi all'insofferente Harry e Harry fa quel che un uomo adulto non dovrebbe mai fare con un bimbo di tre anni: gli molla un sonoro schiaffone. Quel che sembra un evento insignificante si trasforma via via in una voragine di risentimenti in cui protagonisti e spettatori della vicenda sprofondano col loro carico di pregiudizi sociali e razziali e gli abissi di cultura, età, sesso, vita che li separano irrimediabilmente. Il padre greco di Hector pensa che il bambino si sia meritato lo schiaffo, mentre la madre, Koula, si rifiuta da allora persino di pronunciare il nome della nuora. Anouk, che è senza figli, si mostra incapace di capire la portata della faccenda. Rosie si infuria tanto da trascinare Harry in tribunale. La relazione tra Hector e Connie rischia di emergere e distruggere il rapporto con Aisha.

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Lo schiaffo e condividi la tua opinione con altri utenti.


Voto medio del prodotto:  3 (3.3 di 5 su 3 recensioni)

3Lo schiaffo, 21-09-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Una famiglia numerosa e, soprattutto, quanto mai variegata: islamici e cristiani, adulti e bambini, persone di ogni dove, credo e ceto. Tutti riuniti ad una festa in giardino densa di rancori, frasi non dette, situazioni scomode e poi, infine, c'è pure uno schiaffo dato ad un moccioso capriccioso che rivelerà ogni cosa nascosta.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Da leggere, almeno una volta, 30-08-2011, ritenuta utile da 5 utenti su 6
di - leggi tutte le sue recensioni
E' un affresco contemporaneo di numerosi punti di vista: il lettore è trascinato dentro un vortice psicologico senza certezze, in cui tutti sono convinti di avere ragione e la ragione non sta da nessuna parte. Il lettore segue il punto di vista di ognuno, è d'accordo con tutti, cambia continuamente idea. Proprio in questo sta la genialità di un romanzo-schiaffo che non lascia scampo e spinge il lettore sul bordo di un abisso contemporaneo di fragilità e solitudine dove tutti si aggrappano a qualcosa e niente è mai abbastanza saldo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Lo schiaffo, 11-07-2011, ritenuta utile da 3 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Durante un pomeriggio di fine estate, tempo di barbecue e riunioni tra amici, fra un caleidoscopio di personaggi tutto sembra andare per il meglio quando accade l'impensabile: un uomo leva in alto un braccio e da' uno schiaffo ad un bambino. Da questo gesto tutto si incrina e cominciano a riaffiorare i risentimenti le differenze sociali e di cultura che fino ad ora mantenevano in equilibrio l'intera comunità. Tutto viene travolto da un ondata di risentimento, odi razziali e pregiudizi. Da leggere!
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti