€ 10.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Gli scheletri di via Duomo

Gli scheletri di via Duomo

di Stefania Nardini


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Tullio Pironti
  • Data di Pubblicazione: dicembre 2008
  • EAN: 9788879374866
  • ISBN: 8879374869
  • Pagine: 111
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

"Questo è un libro delizioso per tre motivi. Il primo motivo, naturalmente, si identifica con il "giallo" intrinseco del racconto di Stefania Nardini: la storia che il protagonista, un cronista di "nera" del "Mattino" di parecchi anni fa, racconta con infernale abilità, a pezzi e bocconi, arrivando alla rivelazione della verità soltanto nelle ultimissime righe del romanzo ma attraverso una serie incessante di indagini, di illazioni, di cantonate, di intuizioni, di scoperte che sembrano dover culminare in una colossale delusione e che invece, quasi casualmente o se preferite miracolosamente, si traducono nella convincente ricostruzione finale di un duplice delitto che sta dietro al ritrovamento dei famosi "scheletri di via Duomo", una grande strada napoletana, non a caso vicinissima a quella ancora più famosa, anzi famigerata, che è Forcella. Ma è il terzo motivo che rende il libro delizioso: la scrittura. Stefania scrive con la dinamite e impagina a modo suo, strapazzando il periodo ma esaltando la sintassi e la lingua, anche se questo suo racconto sembra tradotto dal dialetto napoletano." (dalla Prefazione di Antonio Ghirelli)

I libri più venduti di Stefania Nardini

Tutti i libri di Stefania Nardini

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 1 recensione)

4Gli scheletri di via Duomo, 06-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Come in precedenza in suoi altri lavori, l'autore si ripete anche qui. Una storia semplice, che scorre via in un lampo. Forse tre stelle son poche e quattro un po' troppe. Più che un giallo, anche se i morti ci sono e il mistero è da svelare, e verrà abilmente svelato solo alla fine con un colpo di scena, è un omaggio a Napoli e alla sua gente, costantemente impegnata in una rinascita difficile tra spazzatura, camorra, violenza, ignoranza ed abbandono. C'è anche la descrizione di una redazione de "Il Mattino" che credo non esista più. Cambiano i tempi e Napoli cambia. Nel bene e nel male, ma i numeri sempre si fanno.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Prodotti correlati