€ 11.75€ 12.50
    Risparmi: € 0.75 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Scarpe italiane

Scarpe italiane

di Henning Mankell


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Marsilio
  • Collana: Tascabili Maxi. Narrativa
  • Traduttore: Puleo G.
  • Data di Pubblicazione: giugno 2011
  • EAN: 9788831709071
  • ISBN: 8831709070
  • Pagine: 332
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Fredrik Welin, ex-chirurgo, vive in una delle tante, piccole isole che popolano l'arcipelago al largo di Stoccolma, circondato da un mare di ghiaccio. Solo l'arrivo del postino interrompe il silenzio delle giornate, segnate dalle immersioni e da qualche scarna annotazione in un diario, cronaca di un'esistenza che si è persa. C'è un mistero nella vita di Fredrik Welin, una "catastrofe" che l'ha spinto a cercare la solitudine e a creare una barriera tra sé e il mondo. Ma un mattino, quasi un miraggio, lo raggiunge una donna. L'ombra nera che si staglia contro il bianco tutt'intorno è Harriet, tanto amata in gioventù e abbandonata senza spiegazioni. Ora, dopo quasi quarant'anni, vuole che Fredrik mantenga un'antica promessa. Con lei inizia un emozionante viaggio verso nord, pieno di incontri inaspettati, una ricerca serrata alle radici di un segreto del passato. Con "Scarpe italiane", Henning Mankell, il maestro del giallo scandinavo, rivela un registro sorprendente, che come "l'eco di un colpo sulla superficie ghiacciata del mare risuona nel cuore del lettore". Il suo è un romanzo intenso sulla forza dei sentimenti e dell'amore che rinasce, dove il protagonista, che a molti critici ha ricordato Wallander, è alle prese con una caccia che non dà tregua. Ma, questa volta, la caccia non è all'assassino.

Tutti i libri di Henning Mankell

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Scarpe italiane acquistano anche Il ritorno del maestro di danza di Henning Mankell € 11.75
Scarpe italiane
aggiungi
Il ritorno del maestro di danza
aggiungi
€ 23.50

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Scarpe italiane e condividi la tua opinione con altri utenti.


Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 7 recensioni)

5Molte solitudini all'Estremo Nord , 29-12-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Romanzo di solitudine; solitudine cercata ed accettata come conclusione di una vita. Grande lentezza nei ripetuti gesti quotidiani della vita del protagonista immersa nel paesaggio dell'Estremo Nord. Poi, inaspettatamente per lui e per il lettore, un incontro, due incontri, tre incontri inattesi che sconvolgono le certezze costosamente acquisite, facendolo confrontare con situazioni tragiche faticosamente allontanate o addirittura sconosciute. E una vita che pareva prossima a spegnersi torna a riaccendersi; e con essa il romanzo che decolla e si illumina di una luce nuova. Un romanzo di bilanci, forse non pienamente apprezzabile da chi ha esperienza di vita limitata, ma pieno di poesia sia nelle situazioni dei rapporti personali che nelle descrizioni dei paesaggi nordici.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Solitudine, il male svedese..., 21-04-2016, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Triste e malinconico, intenso e per certi versi molto bello, sicuramente molto personale. Ritmo alto per questo Romanzo di Mankell, niente giallo, niente sangue, solo una grande solitudine e una incapacità a gestirla. Se gli svedesi adorano starsene per conto loro specialmente verso la vecchiaia, si ammalano di malinconia e non riescono proprio a gestire né la loro età né la mancanza di sesso. Si lasciano andare a sproposito e se ne pentono subito. Non so se Mankell stesso ne è turbato, ma lo descrive comunque molto bene."Tormentati dalle menzogne" è questo il tema dominante del libro che scava nell'intimo dell'uomo, alla ricerca di una pace o di uno scopo per cui vivere, ma vivere lontano dal mondo, dall'umanità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Profonda tristezza, 27-05-2013, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
E' proprio una profonda tristezza quella che pervade tutto il romanzo, dall'inizio alla fine. Vita tristissima quella del protagonista, che non ha mai saputo trovare alcuna gioia ed ha, anzi, rinunciato volontariamente a tutto quello che la vita di bello può donare. Altrettanto tristi gli altri personaggi che gli fanno da contorno, all'infuori, forse, della vittima di quell'errore che l'ha indotto a ritirarsi in un esilio volontario. Non riesco a trovare alcuna similitudine con il personaggio principe dei romanzi di Mankell, quel commissario Wallander che, pur nella sua vita da solitario, trova la gioia di affetti familiari e l'amicizia dei colleghi.
Un libro estremamente psicologico e introspettivo che però lascia l'amaro in bocca.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Favoloso, 23-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Uno dei libri più belli dello scrittore svedese Henning Mankell. Un libro che non è il famoso giallo del grande wallander, ma un romanzo davvero commovente in alcuni suoi punti. E' la storia di un uomo che va a vivere con la sua donna su un'isola praticamente sperduta. Veramente un libro che consiglio a tutte le persone che amano i libri pieni di intensità emotiva.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2Scarpe italiane, 09-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Letto forse nel momento sbagliato, questo giallo glaciale non mi lasciato molto da ricordare, mi piacciono molto le atmosfere scandinave proprio perché così inusuali, come d'altronde diversa dalla nostra è l'indole degli svedesi raccontati da Mankell.
Scarpe italiane non è un giallo (e ciò non dovrebbe sorprendere, dato che in copertina Marsilio lo etichetta come "romanzo"), quindi è perfettamente inutile aspettarsi l'indagine, l'omicidio, il colpevole o magari il serial killer. Si tratta delle vicende di un medico ritiratosi a vita privata sull'isola dove vivevano i suoi nonni, totalmente isolato dal mondo se non per il postino che via mare distribuisce la pochissima posta tra gli abitanti della zona.
Dal passato del sessantenne medico riaffioreranno alcuni protagonisti che nel bene e nel male o più frequentemente in quest'ultimo avevano segnato la sua vita personale e professionale. Ovviamente la sua esistenza ne verrà stravolta, tutte le scoperte che farà lo porteranno a rimettersi in discussione brutalmente, a rivedere le scelte fatte, a prendere in considerazione aspetti della sua vita che aveva scartato o bollato come negativi e definitivamente immutabili.
Pur trattandosi di un romanzo discreto, ben fatto, con personaggi interessanti, c'è una cosa che mi è pesata nella sua lettura: la terribile e incessante tristezza che lo pervade. Il senso di morte, di disfacimento, di isolamento fisico e morale, di solitudine e caducità che appaiono in ogni personaggio e in ogni avvenimento, tanto che in certi passaggi tutto sembra perfino fin troppo architettato, troppo triste e tragico per essere vero anche se si sa che molto spesso la realtà supera la più ardita fantasia.
Lo sconsiglierei a chi è giù di morale o a chi è facilmente preda di tristezze, può essere il classico libro sbagliato al momento sbagliato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Scarpe italiane (12)


Prodotti correlati

Gli altri utenti hanno acquistato anche...

Ultimi prodotti visti