€ 15.98€ 17.00
    Risparmi: € 1.02 (6%)
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Salvare una vita si può. Agire ora per cancellare la povertà

Salvare una vita si può. Agire ora per cancellare la povertà

di Peter Singer


Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
  • Editore: Il Saggiatore
  • Collana: La cultura
  • Traduttore: Tondi F.
  • Data di Pubblicazione: novembre 2009
  • EAN: 9788842815839
  • ISBN: 8842815837
  • Pagine: 207
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

L'obiettivo di sradicare la povertà è per la prima volta concretamente alla nostra portata. Eppure un miliardo di persone patisce ogni giorno cercando di sopravvivere, e dieci milioni di bambini all'anno muoiono di fame. Gli abitanti del mondo sviluppato sono di fronte a una scelta decisiva: per non voltare le spalle a un quinto della popolazione globale dovranno diventare protagonisti della soluzione. Oggi la nostra risposta è non solo insufficiente, ma anche moralmente indifendibile. Lo conferma Peter Singer - uno dei cento uomini più influenti della terra secondo Time - in Salvare una vita si può, attraverso argomenti etici, provocazioni intellettuali, esempi illuminanti, dati puntuali e casi emblematici. Ma Singer non si limita alla critica, propone un cambiamento rivoluzionario e pragmatico nel nostro modo di sentire, pensare e agire per eliminare l'estrema povertà nel mondo. E lo fa con un libro che sa essere contemporaneamente un coraggioso atto d'accusa, un lucido manifesto per una nuova etica solidale e un programma «ragionato» in sette punti - dalle iniziative filantropiche personali all'attivismo sociale, a scelte quotidiane minime - che noi tutti possiamo responsabilmente mettere in pratica senza intaccare il nostro benessere.
L'obiettivo di sradicare la povertà è per la prima volta concretamente alla nostra portata. Eppure un miliardo (un miliardo!) di persone patisce ogni giorno cercando di sopravvivere, e dieci milioni di bambini all'anno muoiono di fame. Gli abitanti del mondo sviluppato sono di fronte a una scelta decisiva: per non voltare le spalle a un quinto della popolazione globale dovranno diventare protagonisti della soluzione. Oggi la nostra risposta è non solo insufficiente, ma anche moralmente indifendibile. Lo conferma Peter Singer – uno dei cento uomini più influenti della terra secondo Time – in Salvare una vita si può, attraverso argomenti etici, provocazioni intellettuali, esempi illuminanti, dati puntuali e casi emblematici. Ma Singer non si limita alla critica, propone un cambiamento rivoluzionario e pragmatico nel nostro modo di sentire, pensare e agire per eliminare l'estrema povertà nel mondo. E lo fa con un libro che sa essere contemporaneamente un coraggioso atto d'accusa, un lucido manifesto per una nuova etica solidale e un programma "ragionato" in sette punti – dalle iniziative filantropiche personali all'attivismo sociale, a scelte quotidiane minime – che noi tutti possiamo responsabilmente mettere in pratica senza intaccare il nostro benesse

Tutti i libri di Peter Singer

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Salvare una vita si può. Agire ora per cancellare la povertà acquistano anche Un mondo migliore. Giustizia globale tra Leviatano e Cosmopoli. Scritti di filosofia politica vol.1 di Sebastiano Maffettone € 16.66
Salvare una vita si può. Agire ora per cancellare la povertà
aggiungi
Un mondo migliore. Giustizia globale tra Leviatano e Cosmopoli. Scritti di filosofia politica vol.1
aggiungi
€ 32.64

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 1 recensione)

4Salvare una vita si può, 08-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro perfetto per noi egoisti.
Perché? Perché quando si compiono buone azioni nel cervello si attivano i centri della gratificazione ( il nucleo caudato, il nucleo accumbens e l' insula ), le stesse parti che si eccitano quando mangiamo qualcosa di dolce o riceviamo del denaro. A parte i santi ( questi sconosciuti ), penso che in fondo, quasi tutte le persone che fanno del bene non siano completamente altruiste, né un egoista è solamente egoista. Un po' e un po'. Non c'è niente di male ad ammettere che facendo del bene, una buona azione o beneficenza si prova immediatamente una gratificazione personale. Si sta meglio, forse perché ci si sente utili, non lo so.
Ritieni utile questa recensione? SI NO