€ 19.20€ 20.00
    Risparmi: € 0.80 (4%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
La rivoluzione etica. Da Giustizia e Libertà al Partito d'Azione

La rivoluzione etica. Da Giustizia e Libertà al Partito d'Azione

di Vittorio Cimiotta


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Il movimento Giustizia e Libertà venne fondato nel 1929 a Parigi da Carlo Rosselli e da altri fuoriusciti antifascisti con l'obiettivo di organizzare un'opposizione attiva ed efficace al regime di Mussolini, alternativa a quella comunista. Dall'incontro tra giellisti, liberalsocialisti, sostenitori del liberalismo progressista gobettiano, esponenti del liberalismo amendoliano e del Partito Repubblicano, nacque nel 1942 la breve ma intensa esperienza politica del Partito d'Azione che, dopo la caduta del Duce, organizzò bande partigiane, partecipò alla Resistenza con le Brigate Giustizia e Libertà e contribuì alla stesura della Carta Costituzionale. Grandi personalità, come Mazzini, Salvemini, Gobetti, i fratelli Rosselli, Parri, Calamandrei e La Malfa, hanno lottato per dar vita a un modello di società basato sull'etica nella politica e nella comunità, di cui il giellismo e l'azionismo sono stati portatori ed esempi. Vittorio Cimiotta ripercorre le tappe salienti dell'esperienza politica di GL e del Partito d'Azione, e dei loro principi riconoscendone grande validità anche nella società contemporanea in balia di una grave crisi morale e civile.