€ 15.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Ritornano le ombre

Ritornano le ombre

di Paco Ignacio II Taibo


Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Tropea
  • Collana: Le gaggie
  • Traduttore: Sichel S.
  • Data di Pubblicazione: maggio 2002
  • EAN: 9788843803422
  • ISBN: 8843803425
  • Pagine: 472

Trama del libro

Rinchiuso in un manicomio alla periferia della capitale, un uomo condannato per l'assassinio della moglie, ripercorre con sistematico disordine la storia del Messico degli anni Quaranta. Ne esce un ritratto sgangherato e meravigliosamente assurdo che dimostra che la realtà ha poco a che fare con la ragione. Così ritroviamo i quattro personaggi protagonisti di "Ombre nell'ombra" vent'anni dopo, in uno scenario addirittura delirante: è il 1941, il Messico sta per dichiarare guerra alla Germania, e Hitler si inietta caffeina messicana e assume peyote per resistere alla pressione del fronte orientale; nella selva del Chiapas un gruppo di tedeschi in uniforme marcia intorno a un vecchio grammofono, mentre un cinese li insegue per ucciderli.
Non sono i quattro moschettieri, ma anche loro vent'anni dopo ritornano. Vent'anni dopo Ombre nell'ombra, un po'ammaccati dal tempo e più sgangherati che mai: un poeta e scrittore di romanzi porno, nonché agente dei servizi segreti messicani; un cinese che non parla più con la ""l"", difensore degli indios chiapanechi; un giornalista disincantato eppure romantico, mancato suicida per amore, ateo convinto ma con un nome da papa; e un ex avvocato internato in un manicomio, difensore di puttane e profughi della vita, voce narrante del romanzo, che nel suo delirio ripassa con sistematico disordine la storia messicana degli anni quaranta. Cosa ci fa Hitler in Messico nell'estate del '41, oltre a iniettarsi caffeina e ad assumere peyote per resistere allo stress del fronte orientale? Troppe cose strane stanno succedendo: nella selva del Chiapas un gruppo di camicie brune marcia intorno a un vecchio grammofono, mentre sui muri delle case appaiono misteriose rune dipinte con il sangue umano e sottomarini nazisti sondano la costa in cerca di un punto da cui sferrare il colpo decisivo al gigante americano. I garbugli del caso fanno ritrovare i quattro amici; insieme combatteranno non solo le macchinazioni della rete tedesca ma anche, e non è cosa da poco, la corruzione della classe politica messicana. Li aiuterà uno scrittore fantasioso, raramente sobrio e appassionato di corrida: un Ernest Hemingway che, in una delle sue crisi alcolico-letterarie, si è addormentato in una piscina a L'Avana per riapparire inspiegabilmente a Città del Messico.Giocando con personaggi reali e fittizi che si confondono in una girandola vertiginosa, in un miscuglio agrodolce di sentimenti ed emozioni, Paco Ignacio Taibo II realizza una perfetta sintesi fra il noir e il romanzo storico e d'avventura, regalandoci una commedia amara, una tragedia riletta con un sorriso beffardo e una personalissima riflessione sulla follia: del resto solo quattro scombinati non proprio sani di mente oserebbero dichiarare guerra al Male, alla follia devastante che ha sconvolto la Storia.

Tutti i libri di Paco Ignacio II Taibo

Prodotti correlati