€ 14.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Repetita

Repetita

di Marilù Oliva


  • Editore: Perdisa Pop
  • Collana: Walkie Talkie
  • Data di Pubblicazione: giugno 2009
  • EAN: 9788883724725
  • ISBN: 8883724720
  • Pagine: 168
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Lorenzo Cerè cerca il riscatto da un'infanzia di solitudine e abusi. Il sesso è per lui un lenitivo in un'esistenza che brucia, mentre il passato continua a colpirlo sottoforma di terribili emicranie e nevrosi. Lorenzo conosce la Storia, conosce gli uomini,i loro crimini, e s'ispira a loro per ideare i suoi omicidi. Lorenzo Cerè è un assassino metodico, inflessibile e preciso, ma non ha calcolato le eccezioni, e la più grande eccezione è lei, la dottoressa Malaspina che lo aspetta in uno studio psichiatrico...

I libri più venduti di Marilù Oliva

Tutti i libri di Marilù Oliva

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 4 recensioni)

5Iuvant, 08-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Repetita iuvant nel senso che una volta finito se lo rileggi è ancora meglio.
Bellissimo noir visto non dagli occhi dell'indagatore ma da quelli del serial killer.
Pieno di suspence, di dialoghi interiori e di psicologia dei personaggi che non risulta mai spicciola nè gratuita.
Costruito benissimo e scritto con un linguaggio diretto, semplice e molto scorrevole.
Marilù conosce bene cosa scrive e lo sa fare divinamente se consideriamo che questo è il suo primo romanzo.
Una prova d'autore degna di applausi.

Brava Marilù
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Bello e terribile, 17-10-2009
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo è un libro che non lascia indifferenti. Si può dire che piaccia o meno, a me è piaciuto davvero tanto. Ma non si può dire che non lasci il segno. Angosciante, terribile, e credo, purtroppo, verosimile nella successione del male. Lorenzo Cerè è il protagonista e dire che non ha avuto un'infanzia facile è un eufemismo. Le punizioni cui veniva sottoposto lasciano l'angoscia nel lettore, mentre il riscatto che lui cerca negli omicidi è sempre più lontano. La storia dei secoli passati e la passione fisica si alternano al male in un crescendo che impedisce di chiudere il libro. Io l'ho letto tutto stanotte.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Finalmente!, 16-10-2009, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Per ogni vittima trovata, c'è un segnale che rimanda alla morte di un personaggio del passato.
Finalmente si parla di male senza veli, si scava dentro, un viaggio nella follia nudo e crudo, l'angoscia del protagonista si riversa nella storia, il lettore ne rimane spiazzato e l'unica cosa che può fare è leggere fino alla fine. Un fiume in piena che travolge tutto, lettore compreso.
Questo è un libro che scuote, Lorenzo Cerè, il protagonista è un pazzo scatenato che uccide le vittime in maniera metodica e impietosa. La sua psichiatra immagina che ci sia qualcosa di grande, sotto, ma non che lui sia l'autore degli omicidi a sfondo storico che stanno terrorizzando l'Italia. E neanche chi legge immagina che forse c'è una via di salvezza... o forse no.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Da leggere!!! , 12-10-2009
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro è davvero bello. La storia del serial killer potrebbe sembrare un abuso: il solito romanzo trito e ritrito sulla falsariga dei thriller americani. Ma in Repetita la questione è molto diversa. Molto. L’autrice fa un lavoro di scavo nel passato e nella psiche del killer, il lettore si deconcentra dagli omicidi (che vengono descritti, quasi tutti) e punta sull’introspezione. Perché Lorenzo Cerè uccide? Perché sceglie la Storia come compagna di solitudine? Perché resta turbato dalla dottoressa Malaspina Marcella? Eppure di psichiatri ne ha conosciuti tanti... Il presente è un filo tenace col passato, il male ha nella ripetizione la sua condanna. Da segnalare: interessanti gli spaccati storici, spizzicati qua e là nei secoli, le morti dei personaggi celebri, le riflessioni sul male, sulla memoria, sull’inquietudine. Ci sono molti riferimenti azzeccati con serial killer realmente esistiti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Prodotti correlati