€ 25.92€ 27.00
    Risparmi: € 1.08 (4%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€Scopri come
Il recupero dei siti di cava: strategie di scala vasta. Ipotesi per il Parco dell'Appia Antica. Ediz. illustrata

Il recupero dei siti di cava: strategie di scala vasta. Ipotesi per il Parco dell'Appia Antica. Ediz. illustrata

di P. V. Dell'Aira, P. Guarini (a cura di)


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Quodlibet
  • Collana: Diap print/Progetti
  • A cura di: P. V. Dell'Aira, P. Guarini
  • Data di Pubblicazione: giugno 2017
  • EAN: 9788822900265
  • ISBN: 882290026X
  • Pagine: 192
  • Formato: brossura

Descrizione del libro

Il recupero e la valorizzazione delle aree estrattive dismesse, ipogee e "a cielo aperto", si fonda sull'obiettivo generale di un'azione rigenerativa di scala vasta, urbana e/o territoriale, che promuova sistemi di riconnessione di valore ambientale, storico, culturale. Si intende superare l'intervento di semplice bonifica o rinaturalizzazione, e interpretare il recupero come un'opportunità di re-immissione in vita di questi luoghi, proponendo la loro "messa in sicurezza", suggerendo l'inserimento di funzioni e servizi urbani, restituendone il godimento alla dimensione pubblica. Si vuole puntare all'individuazione, rilettura, recupero di sistemi estensivi e complessi, attraverso: la creazione di reti di ricucitura territoriale, il ripristino di relazioni ecologiche, culturali, fruitive, l'identificazione di "infrastrutture ambientali" o viarie (linee d'acqua, corridoi ecologici, antichi tracciati), il riconoscimento e/o la proposizione di "figure territoriali", capaci di evidenziare e rappresentare le relazioni spaziali e morfologiche tra singoli luoghi. La Ricerca, di cui il presente volume costituisce presentazione e consuntivo, ha scelto come terreno di sperimentazione il Parco dell'Appia Antica: un contesto unico, nel quale l'azione di valorizzazione si intreccia con un ricco palinsesto di preesistenze, naturalistiche e antropiche, suggerendo articolate dinamiche d'uso congiunto, tra ri-funzionalizzazione e tutela, oltreché percorsi di visita alternativi e inconsueti.


Ultimi prodotti visti