€ 14.72€ 15.49
    Risparmi: € 0.77 (5%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Quantità:
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Razza del sangue, razza dello spirito. Julius Evola, l'antisemitismo e il nazionalsocialismo (1930-43)

Razza del sangue, razza dello spirito. Julius Evola, l'antisemitismo e il nazionalsocialismo (1930-43)

di Francesco Germinario


Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Voto medio del prodotto:  3 (3 di 5 su 1 recensione)

3Razza del sangue, razza dello spirito, 14-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Discreta summa del "pensiero" di Julius Evola, uno degli ideologi del fascismo. Primitivismo e superficialità filosofica, frasi scarlatte ed inebrianti sentenze oracolari dilagano nei suoi scritti. La "teoria" della razza, che sembra escogitata per un autodidatta pretenzioso che voglia una chiave universale per tutti i misteri della vita e della storia, è penosa anche alla luce della più scarna storia del pensiero. La "teoria" dell'aristocrazia spirituale è la rarefazione consolatoria della rabbia di una classe in rovina. E siccome tutti i Salmi finiscono in Gloria il delirio del mattoide reazionario culmina nel delizioso "concetto" di circoncisione spirituale: al termine di un crescendo wagneriano orchestrato su amenità quali l'ebreo portare di inclinazioni bestiali, disgregatrici e come detrito razziale. Leggere Evola è come ingoiare del cotone. Siamo all'infimo livello degli scritti di un Rosenberg, Chamberlain o Hitler. Ora voglia di aria fresca, dell'Emendazione dell'Intelletto di Spinoza, del Come orientarsi nel pensiero di Kant...
Ritieni utile questa recensione? SI NO