€ 9.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Racconti quotidiani

Racconti quotidiani

di Andrea Camilleri


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Piccola biblioteca oscar
  • A cura di: G. Capecchi
  • Data di Pubblicazione: giugno 2008
  • EAN: 9788804578475
  • ISBN: 8804578475
  • Pagine: 103
  • Formato: brossura
I bambini convinti dell'esistenza di polli a sei cosce o di pesci-bastoncino nati sul banco del supermercato, il ricordo del "catanonno" contrabbandiere e l'importanza delle figure femminili, le code negli uffici pubblici e l'anarchia maleducata delle stagioni che non ci sono più... Questi ventuno racconti quotidiani oscillano tra il dato di cronaca e la pura narrazione d'invenzione, il ricordo personale e l'analisi di costume. Rimanendo sempre fedele alla propria vocazione di grande narratore, Camilleri ci offre una finestra spalancata sul suo mondo, sulla sua personalità di uomo e di scrittore: il debito con Simenon e la creazione del commissario Montalbano, l'amore per la Sicilia con i suoi drammi e le sue speranze, il rimpianto per le tradizioni che vanno scomparendo. Tutto sempre vissuto e raccontato con partecipazione e ironia, il tratto più caratteristico di uno stile che incanta i lettori a ogni nuovo libro, a ogni nuova avventura.

Note su Andrea Camilleri

Andrea Camilleri nasce a Porto Empedocle il 6 settembre 1925. Dopo una breve esperienza di studi presso il collegio vescovile, dove viene espulso per il comportamento poco disciplinato, ottiene la maturità classica nel maggio del ‘43 presso il Liceo Empedocle di Agrigento, pur non sostenendo gli esami di maturità in quanto il preside della scuola decise che sarebbe stato sufficiente lo scrutinio, visto l'imminente sbarco in Sicilia degli alleati. Nel ‘44 si iscrive all'Università, alla facoltà di Lettere, ma non consegue la laurea. Nel ‘45 entra a fare parte del Partito Comunista Italiano e inizia a pubblicare brevi racconti e poesie. Dal '48 al '50 studia regia all'Accademia Nazionale d’ Arte Drammatica Silvio d'Amico per poi lavorare come regista e sceneggiatore. Nel ‘54 tenta l'ingresso in RAI, ma non ha successo in quanto appartenente al Partito Comunista. L'ingresso in RAI avverrà anni dopo. Nel ‘57 sposa Rosetta Dello Siesto, da cui ha tre figlie. L'esordio nella narrativa avviene nel 1978 con un romanzo dal titolo "Il corso delle cose", scritto dieci anni prima e pubblicato da un editore a pagamento. Seguiranno altre numerose opere, ma il vero successo avviene con la serie dedicata al commissario Montalbano, il cui primo romanzo è del 1994 ed è intitolato "La forma dell'acqua". La serie legata al commissario Montalbano dà vita ad una serie televisiva di successo, dal titolo omonimo, che trova il favore del grande pubblico, aumentando la fama dell'autore. Camilleri è un autore che, attraverso i romanzi, racconta la Sicilia, con ambientazioni, atmosfere, personaggi e dialoghi che emanano quel fascino e quella simpatia tipica della sua terra.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 4 recensioni)

4.0Racconti quotidiani, 05-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Articoli scritti tra il '97 e il '99 su svariati argomenti. Alcuni carini, altri un po' meno, altri ancora commoventi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Racconti quotidiani, 05-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro piacevole: dei piccoli racconti in cui camilleri lascia dei pezzi della sua vita, dei suoi pensieri, dei suoi racconti. Molto bello e consigliato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Mmmm.... , 16-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Da un lato, questi brevi artcoli sono carini e interessanti, dall'altro... be'... si ha un po' la sensazione che si stia raschiando il fondo. Forse meglio limitarsi ai romanzi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Maledetta modernità, 06-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un Camilleri che rimpiange la tradizione si scaglia contro i moderni mostri della maledetta modernità. Interessante sotto molti aspetti, questo libro partorisce un'interessante riflessione sul cammino intrapreso dalla società attuale cosidetta moderna. Piccole briciole di Pollicino che possono condurre verso una meta insperata ed inattesa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO