€ 10.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Quell'azzurro che non comprendo. Antologia poetica

Quell'azzurro che non comprendo. Antologia poetica

di A. M. Carpi, M. Capalbi (a cura di)


  • Editore: La Vita Felice
  • Collana: Agape
  • A cura di: A. M. Carpi, M. Capalbi
  • Data di Pubblicazione: giugno 2013
  • EAN: 9788877995292
  • ISBN: 8877995297
  • Pagine: 59
  • Formato: brossura
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

"Da dietro le sbarre, quali colori vedono le donne e gli uomini? Vedono il grigio dei cortili e del muro di cinta ma anche l'azzurro del cielo. E significativo che chi ha scritto la poesia, che ha dato il titolo a questa antologia, confessi che l'azzurro di quel cielo lui, però, non lo comprende. Proprio come Davide Lajolo ha meditato sulla vita quando, a causa di un infarto, l'ha guardata dalla parte delle radici, così chi è costretto a vivere in un carcere guarda all'azzurro del cielo. Quel cielo che è sempre stato azzurro ma che non lo si conosce perché si è sempre guardato al colore di altre cose. Osservarlo, prestargli attenzione è già un grande passo avanti, il primo passo per conoscerlo e quindi capirlo, proprio come la vita. Chi leggerà questo libro rimarrà stupito nel trovare tante belle poesie scritte da donne e da uomini che [...] hanno trovato il coraggio di dar voce ai loro sentimenti, alle loro gioie, alle loro angosce, ai loro dolori e a mettere in discussione quella vita precedente dove non c'era tempo per guardare il cielo. Il lettore non troverà solo pensieri poetici ma poesie vere, scritte nel rispetto di una certa metrica, con l'uso delle metafore, delle similitudini e, in alcuni casi, anche della rima. C'è in questo la presa di coscienza dell'importanza delle regole, che vanno rispettate e studiate e che contribuiscono a rendere bella una forma d'arte come la poesia e migliore il rapporto con gli altri." (dalla prefazione di Paolo Barbieri)