Se acquisti due Oscar Mondadori, puoi scegliere il colore di una bellissima borsa waterproof in omaggio: leggere è un viaggio meraviglioso!
    € 10.92€ 11.50
    Risparmi: € 0.58 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come

Qualcosa da tenere per sé

di Margherita Oggero

Gadget in regaloGadget in regalo Mondadori Oscar
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Inverno 2006. Mentre Torino è in festa per le Olimpiadi invernali, la prof Camilla Baudino fa uno strano incontro: Liuba, 22 anni, che lavora in un sexy shop e vive in una comune. La ragazza le chiede aiuto per ritrovare il goffo e lento Quantunque, l'ultimo arrivato nella comune, un ragazzo di cui nessuno sa niente e che è scomparso nel nulla. La ricerca delle due donne s'intreccia presto con l'indagine della polizia sull'assassinio della prostituta Flora...

I libri più venduti di Margherita Oggero

Vedi tutti

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 4 recensioni)

4DETECTIVE IN GONNELLA, 06-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un'altra avvincente trama con protagonista la simpatica professoressa. Utilizzando umorismo e lievità di espressione, Margherita Oggero presenta una storia di sparizioni e omicidi dove, tra tante parole dette, ci si domanda se la verità nuda e cruda deve sempre essere svelata, a qualunque costo. Lo stile ricco di freschezza e brio rendono anche questo romanzo una piacevole lettura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Come un bel film, 18-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo quarto giallo della serie che ha per protagonista la prof. Camilla Baudino si legge tutto d'un fiato. Margherita Oggero, come negli altri romanzi, costruisce magistralmente la trama e muove i suoi personaggi in modo così naturale che sembra di guardare un bel film. Inoltre a chi, come me, conosce e ama Torino, l'ambientazione sarà molto gradita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Qualcosa da tenere per sé, 04-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Diversamente da “La collega tatuata” della stessa autrice, la voce narrante non è più quella della “profia” Baudino, o meglio non solo. E’ un romanzo a più voci, quasi sempre “in terza persona”. Questa variazione di prospettiva, dapprima può far risultare “meno interessante” il romanzo, soprattutto se si è iniziato l’approccio con la Oggero leggendo “La collega”, ma successivamente ci si rende conto che il meccanismo narrativo funziona. Certo, nel romanzo non c’è molta ironia, diversamente dalla “collega”, però il risultato è complessivamente piuttosto buono.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2Ha tradito le mie aspettative , 02-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo nuovo romanzo della Oggero mi ha un pò deluso. Non è all'altezza delle precedenti opere della brava Oggero in cui era presente la stessa protagonista, la "profia" Camilla Baudino. Interessante e coraggioso il tema trattato, quello del mondo della prostituzione, e buono lo stile (essenziale e pulito), ma mancano i colpi di scena e soprattutto l'ironia presente nei precedenti racconti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO