€ 22.32€ 23.50
    Risparmi: € 1.18 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 10/15 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Prog rock! 101 dischi dal 1967 al 1980
€ 23.75 € 25.00
Disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Prog rock! 101 dischi dal 1967 al 1980

Prog rock! 101 dischi dal 1967 al 1980

di Fabio Zuffanti, Riccardo Storti

  • Editore: Arcana
  • Collana: Universale Arcana
  • Data di Pubblicazione: aprile 2017
  • EAN: 9788862314312
  • ISBN: 8862314310
  • Pagine: 409
  • Formato: brossura
Carta docenteAcquistabile la Carta del docente

Descrizione del libro

Prendete uno dei saggisti musicali più preparati ed eclettici in circolazione, e un musicista prog tra i più attivi e rappresentativi della scena italiana (e non solo). Metteteli davanti a un microfono, o una telecamera, e otterrete Astrolabio. Dapprima fortunata trasmissione radiofonica, poi televisiva, ora si materializza su carta trasformandosi in Prog rock! Un libro nel quale Storti e Zuffanti scelgono, commentano, analizzano, contestualizzano e raccontano i 101 dischi prog che non possono mancare nello scaffale del vero appassionato. Per i due autori, prog, aggettivo che tende a essere usato con una certa disinvoltura, designa tutte quelle musiche che, a partire dai tardi anni Sessanta, hanno cominciato a espandersi e, contaminandosi con stili diversi, hanno allargato il concetto di pop song, sperimentando arditi accostamenti tra diverse influenze senza il timore di ricercare nuove melodie, armonie, suoni e strutture. Quindi, è progressive tanto il rock sinfonico degli Yes quanto la musica cosmica dei Tangerine Dream, l'hard psichedelico degli High Tide, il jazz-rock dei Nucleus, l'art-pop dei Roxy Music, le favole celtiche di Alan Stivell e molto altro. Il prog, insomma, non come definizione di un genere codificato, quanto come filosofia, modo di essere e approccio a ciò che si suona e si ascolta: qualcosa che ha portato la musica rock a scalare un gradino in più e che ha contribuito ad aprire diverse porte della percezione. In centouno schede i dischi senza i quali il prog non sarebbe il prog.


Ultimi prodotti visti