€ 8.50€ 10.00
    Risparmi: € 1.50 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Profumo di ghiaccio
Profumo di ghiaccio(2009 - brossura)
€ 16.00 € 13.60
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Profumo di ghiaccio

Profumo di ghiaccio

di Yoko Ogawa


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Ryoko, una giovane giornalista, vuole scoprire le ragioni del suicidio del suo compagno. L'uomo in un laboratorio di profumi creava fragranze conturbanti grazie a un'incomparabile memoria olfattiva e a uno spiccato talento matematico. Gli unici indizi da cui partire sono le frasi enigmatiche trovate in un floppy-disk e l'ultimo profumo, "Fonte del ricordo", creato da Hiroyuki appositamente per lei. Inizia un viaggio a ritroso nel tempo, dalla casa natale del ragazzo fino a Praga, per ricomporre le tessere di un enigma misterioso. Perché Hiroyuki le ha nascosto la verità? Perché non le ha rivelato il suo passato di genio della matematica? Qual è il rapporto tra l'uomo timido e riservato che lei amava e il ragazzo prodigio che pattinava divinamente davanti a un pubblico di fan entusiasti? Ryoko cerca corrispondenze tra due ritratti: quello che la memoria degli altri gradualmente le restituisce e quello che affiora dai propri ricordi, rinnovando i momenti più preziosi del loro amore. Con una scrittura analitica, tagliente e distaccata, Yoko Ogawa avvolge i suoi personaggi in un universo di legami invisibili e misteriosi, dove - come succede nella grande tradizione letteraria giapponese - i destini sono già scritti nei nomi, come il "freddo" nell'ideogramma di Ryoko. In una ambivalenza tra piano reale e immaginario, inconscio e vissuti concreti, "Profumo di ghiaccio" raggiunge il cuore dei lettori, per dare espressione all'indicibile dolore del vivere.

I libri più venduti di Yoko Ogawa

Tutti i libri di Yoko Ogawa

Voto medio del prodotto:  3 (3 di 5 su 1 recensione)

3Profumo di ghiaccio, 10-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
L'inizio è folgorante e sembrerebbe premettere il capolavoro che purtroppo non è: è'un buon libro, intendiamoci, merita appieno le tre stelle ed è ben scritto, ma tutte le suggestioni che avvolgono il lettore all'apertura scoloriscono pian piano che le pagine avanzano, promettendo meno di quel che si pregustava, già a partire dal titolo.
La giovane Ry333; ko viene sconvolta dall'inatteso e inconcepibile suicidio del suo compagno, Hiroyuki, di professione esperto di profumi. Prima suggestione: impossibile non pensare a Sskind, mentre Hiroyuki ci viene descritto nel laboratorio, in mezzo ai suoi flaconi, intento ad analizzare e comporre fragranze.
Inizia quindi per Ry333; ko la scoperta di un Hiroyuki a lei ignoto, quello raccontatole dal fratello Akira, che non corrisponde per nulla al suo compagno. Seconda suggestione: Tutti i nomi di Saramago e ancor di più Domani nella battaglia pensa a me, il bellissimo romanzo di Maras. Sulle tracce dell'Hiroyuki bambino e adolescente, Ry333; ko parte per Praga, ed è lì che si apre il romanzo, mentre passato e presente si alternano nella narrazione.
Sono del parere che le piccole pecche di questo libro siano dovute all'esperienza ancora non consolidata dell'autrice, tant'è che il tema della matematica (qui semplicemente abbozzato ed usato come elemento marginale del racconto) tornerà con ben altro peso e ben altra maestria nell'ormai famoso La formula del professore. Non poteva non mancare il tema del suicidio (un classico giapponese) che però mi è dispiaciuto non veder indagato abbastanza, anzi direi quasi per nulla, ed è questo secondo me il maggior punto di leggerezza dell'impianto narrativo. In certi momenti, nella seconda parte del romanzo, mi è parso di rivivere le atmosfere ovattate e quasi surreali del Murakami di Nel segno della pecora e Dance dance dance, anche queste però rimaste un po' allo stato embrionale, indefinite, vaghe.
Tutto considerato, i personaggi sono interessanti e ben delineati, e in particolare la scrittura è piacevole e levigata; la Ogawa, anche se non ancora all'apice della sua produzione narrativa, si conferma la scrittrice talentuosa affermatasi non solo con La formula del professore, ma anche con L'anulare. Un altro volto femminile del Giappone moderno, profondamente diverso da Natsuo Kirino, più riflessivo, meno crudo e maggiormente legato alla tradizione della letteratura nipponica.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti