€ 9.11€ 9.90
    Risparmi: € 0.79 (8%)
Disponibilità immediata solo 1pz.
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
La principessa che credeva nelle favole. Come liberarsi del proprio principe azzurro

La principessa che credeva nelle favole. Come liberarsi del proprio principe azzurro

di Marcia Grad Powers


Disponibilità immediata solo 1pz.
Ordina entro 31 ore e 47 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo martedì 21 novembre   Scopri come
  • Editore: Piemme
  • Collana: Pickwick
  • Edizione: 3
  • Data di Pubblicazione: giugno 2013
  • EAN: 9788868366193
  • ISBN: 8868366193
  • Pagine: 224

Descrizione del libro

Ecco la storia di una principessa che trova il suo principe azzurro ma che scopre, come accade a milioni di donne, che non è tutto azzurro ciò che somiglia al cielo, e che nessun dolore è più atroce di quello inflitto dalla persona amata. Marcia Grad, con il suo piccolo best-seller, ha aiutato migliaia di donne a liberarsi di rapporti non autentici, con uomini che non piacevano loro per ciò che erano, ma per quello che esse volevano o avevano bisogno che fossero. È ciò che accade a Victoria, la principessa che credeva nelle favole. Ma una serie di avventure in luoghi fantastici in compagnia di personaggi spiritosi e saccenti la porterà, insieme alle lettrici, a distinguere i sogni dalla realtà, a scoprire cosa sia veramente l'amore.

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano La principessa che credeva nelle favole. Come liberarsi del proprio principe azzurro acquistano anche Il cavaliere che aveva un peso sul cuore di Diego M. Gradali € 9.31
La principessa che credeva nelle favole. Come liberarsi del proprio principe azzurro
aggiungi
Il cavaliere che aveva un peso sul cuore
aggiungi
€ 18.42

Voto medio del prodotto:  3 (3 di 5 su 1 recensione)

3La rivoluzione di pensiero femminile intelligente., 02-02-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Una sana e onesta favola di ieri, oggi e domani. Andrebbe riletto più volte, negli anni, da noi donne, per non dimenticare mai chi siamo davvero, perchè per quanto libere e emancipate su questo tema ancora non siamo riuscite ancora a fare la vera e completa rivoluzione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Altri utenti hanno acquistato anche