€ 18.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Prima del gelo

Prima del gelo

di Henning Mankell


Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Omnibus stranieri
  • Traduttore: Giorgetti Cima C.
  • Data di Pubblicazione: 2003
  • EAN: 9788804509356
  • ISBN: 880450935X
  • Pagine: 415

Trama del libro

Agosto 2001. Un uomo fa la consueta passeggiata serale con il cane intorno a un lago, nel sud della Svezia, quando scorge all'improvviso degli strani grumi di materia che bruciano sull'acqua. Con grande orrore scopre che si tratta di cigni a cui sono state intrise le ali di petrolio prima di dar loro fuoco. Due settimane dopo l'orrore si ripete. L'ispettore Kurt Wallander comincia ad indagare. Con lui c'è sua figlia Linda, che da lì a due settimane prenderà ufficialmente posto nella polizia. Inizia così un'inquietante serie di eventi che rischia di far terminare la carriera di Linda nella polizia prima ancora che sia iniziata.

Tutti i libri di Henning Mankell

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Ansia...., 11-05-2016, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Peccato, perché Mankell ci ha abituato bene. Questo romanzo contiene delle incongruenze. Pur gradevole nella scrittura e interessante nell'idea iniziale (uccisione di alcuni animali) l'incomprensione fra padre e figlia che indagano in opposizione l'uno all'altro non è sviluppata in maniera piacevole e credibile. Si alza una tensione che offusca il tranquillo cogitare del nostro Wallander, fino a farlo somigliare più ai nostri investigatori, che ai freddi scandinavi. In parole semplici è in preda all'ansia paterna di stampo italico. La figlia infatti entra in servizio nel suo distretto (strano), è dipinta come una ragazzina poco matura e non ne esce tanto bene. La storia poi si svolge abbastanza banalmente senza colpi di genio, e se è vero che bisogna distinguere fra l'inspiegabile e l'inaspettato (l'inaspettato può essere del tutto logico, a patto di trovare la spiegazione, dice Wallander), in questo romanzo c'è ben poco sia dell'uno che dell'altro. Peccato, ripeto, perché Mankell ne ha scritti di molto belli e se esiste la moda dei giallisti nordici, molto merito va dato a lui.
Ritieni utile questa recensione? SI NO