€ 24.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
La pianura e il conflitto. Fascismo, Resistenza e ricostruzione a Castel Maggiore 1919-1946

La pianura e il conflitto. Fascismo, Resistenza e ricostruzione a Castel Maggiore 1919-1946

di Domenico Bruno, Enrico Cavalieri, Luca Pastore


  • Editore: Marsilio
  • Collana: Ricerche
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2010
  • EAN: 9788831707091
  • ISBN: 8831707094
  • Pagine: XV-278
  • Formato: brossura
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

La storia di Castel Maggiore dalla fine della Grande guerra alla nascita della Repubblica italiana è la storia del conflitto fra possidenti e lavoratori, un conflitto di lunga data, in cui il fascismo si inserisce riuscendo a conquistare l'appoggio dei primi e ricambiandoli con la distruzione sistematica del tessuto sindacale e cooperativistico della pianura padana. Dopo mesi di scontri l'alleanza tra proprietari e fascisti trionfa, ottenendo l'egemonia con la violenza, gli inganni e le seduzioni di questi ultimi, riducendo gli avversari residui, non pochi in pianura, al silenzio e condannandoli a un ventennio di opposizione sommessa e clandestina, saltuariamente manifestata da gesti simbolici, pagati a caro prezzo. La Seconda guerra mondiale e l'armistizio con gli alleati trascinano il paese nella guerra civile, e catalizzano le varie avversità al regime, producendo una serie di scontri armati che segneranno profondamente la storia del paese. Il comune di Castel Maggiore sarà un teatro significativo di questo scontro, e un terreno sul quale si dispiegheranno i numerosi caratteri e le diverse problematiche della lotta resistenziale. Il lungo conflitto di cui questa lotta fu momento acuto e tragico non terminerà con la conquista della libertà, ma la Resistenza diventerà un punto di riferimento costante per le battaglie democratiche successive, e per l'egemonia che il Partito Comunista conquisterà in questo comune.