€ 7.50€ 7.90
    Risparmi: € 0.40 (5%)
Disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Pecore da tosare. La sopravvivenza tra banche, crisi e truffe

Pecore da tosare. La sopravvivenza tra banche, crisi e truffe

di Andrea Bizzocchi

18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Che razza di crisi è se non mancano materie prime, mezzi di produzione e forza lavoro, nonostante l'alto tasso di disoccupazione? Eppure qualcosa manca. Cosa? Il denaro, la liquidità. Quando la gente dice: "I soldi sono finiti", coglie esattamente nel segno. Però non si chiede: "Perché mancano i soldi? Cosa significa che mancano i soldi? Chi li fa mancare?" La crisi e i disastri socio-economici che stiamo vivendo non cadono dal cielo, ma nascono dalla natura stessa della moneta e in essa proliferano. Una moneta accettata come debito non potrà mai estinguere l'interesse che deve. Il denaro circolante infatti sarà sempre inferiore alla somma del capitale e dell'interesse da restituire. E l'aumento esponenziale del debito fa sì che contestualmente aumenti anche la quota di ricchezza (pubblica e privata) da destinare al sistema bancario, che continua a creare denaro a costo zero, senza alcuna copertura né convertibilità della moneta emessa. Un meccanismo spietato e subdolo che sta riducendo i popoli in schiavitù. Ma così come non è schiavo colui che ha le catene ai piedi, bensì chi non è in grado di immaginarsi la libertà, così noi, per ridare dignità alle nostre vite, possiamo lottare per riconquistare questa libertà perduta. Prefazione di Salvatore Tamburro.


Voto medio del prodotto:  1 (1 di 5 su 1 recensione)

1Libro basato sul falso, 14-09-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto il libro. Ha spunti interessanti, ma, mi dispiace (!) dirlo, è basato su un mucchio di cose false! Signoraggio, proprietà della Banca D'Italia, ecc dimostrano come l'autore non è assolutamente informato sulle cose che tratta. A questo punto due sono le cose: 1) l'autore è un ignorante credulone complottista, e non credo; 2) dice cose false e che creano scandalo solo per vendere copie e passare da guru dell'economia, probabile. Se siete interessati a questo tipo di tematiche, informatevi in rete piuttosto che leggere il libro, per carità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO