€ 12.75€ 15.00
    Risparmi: € 2.25 (15%)
Disponibilità immediata solo 2 pz.
Ordina entro 14 ore e 37 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo giovedì 17 gennaio Scopri come
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Paura della libertà

Paura della libertà

di Carlo Levi


Disponibilità immediata solo 2 pz.
  • Editore: Neri Pozza
  • Collana: La quarta prosa
  • Data di Pubblicazione: maggio 2018
  • EAN: 9788854517080
  • ISBN: 8854517089
  • Pagine: 154
  • Formato: brossura
  • Ean altre edizioni: 9788806436797

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Sulla spiaggia di Le Baule, mentre le divisioni corazzate tedesche percorrono le pianure della Polonia e si preparano a invadere la Francia, l’autore trentasettenne cerca di fissare lo sguardo sulla crisi della cultura europea e di interrogare le ragioni che hanno condotto un’intera civiltà al suo esito catastrofico.
Con una scrittura insieme fresca e ambiziosa, Levi sottopone a una critica implacabile la religione (che trasforma il sacro in sacrificio), lo Stato (l’idolo sociale per eccellenza, da cui la politica occidentale in tutte le sue forme non riesce a liberarsi), la guerra, il sangue, la massa, l’amore e l’arte. Ed è solo a partire dalla libertà dischiusa da questo percorso allucinato e quasi profetico che le opere successive di Levi, da Cristo si è fermato a Eboli a L’orologio acquistano il loro vero senso, che è quello di una testimonianza che non riguarda il passato, ma il nostro presente.


Tutti i libri di Carlo Levi

Voto medio del prodotto:  0 (0 di 5 su 0 recensioni)

4Libere riflessioni, 19-07-2011, ritenuta utile da 3 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Teoria del nazismo, dello Stato e della libertà, questo libricino di Carlo Levi è saggio scritto durante l'orrore, pubblicato subito dopo. Tratta di giustizia, di valori e di male; di guerra, religione, teologia dello scontro; di arte, istituzioni, volontà dellumano. Di fatto, il contrario del celebre "Cristo ad Eboli": lì un individuo costretto al confino, cinto dalla natura immobile, costretto a stare accucciato in un posto; qui un uomo che riesce, se davvero un uomo, a spogliarsi di ciò che l'opprime, di tutto quello che gli grava addosso per liberare se stesso da inganni e imposti doveri. Nove piccoli saggi (da "Sacrificio" a "Schiavitù" passando per "Le Muse" o "Paura della pittura") per un'opera che merita di essere letta. La consiglio a tutti, tanto quanto a tutti consiglio "L'orologio", dello stesso autore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Gli altri utenti hanno acquistato anche...

Ultimi prodotti visti