€ 15.20€ 16.00
    Risparmi: € 0.80 (5%)
Disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Passaggi in Siria

Passaggi in Siria

di Samar Yazbek

18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

"Passaggi in Siria" della scrittrice Samar Yazbek racconta dei passaggi di confine che l’autrice ha realmente compiuto tra il 2012 e il 2014 e raccoglie le testimonianze di siriani, a partire dallo scoppio della rivoluzione, e fino al 2014, momento in cui la scrittrice ha optato, se così si può dire, per l’esilio. All’inizio delle rivolte in Siria, nel 2011, la Yazbek, giornalista e scrittrice affermata, ha deciso di scendere in piazza per reclamare la libertà di espressione, un diritto che i regimi autoritari che si sono succeduti nel suo Paese hanno regolarmente negato. Ciò che la scrittrice non sapeva era che, con l’intensificarsi della violenza e del terrore, il suo destino si sarebbe irrevocabilmente legato a quello della sua nazione. Samar si è ritrovata in prima fila tra le schiere dei dimostranti: ha denunciato i crimini perpetrati dal regime di Bashar al Asad, ha rivendicato maggiori diritti per le donne e l’abolizione della censura. Prima è stata trattenuta dalle forze dell’ordine, poi, quando la sua voce è diventata troppo scomoda al governo siriano, e la sua presenza in Siria un rischio, si è trasferita a Parigi, dove ha perseverato nel suo attivismo politico. In esilio ha continuato a battersi per i suoi connazionali, denunciando le atrocità perpetrate dal regime di Damasco e urlando all’Occidente il bisogno disperato di aiuti umanitari, ma anche di intervenire per fermare ulteriore spargimento di sangue. Ma il richiamo delle radici e il senso di responsabilità erano troppo forti perché si limitasse al solo uso delle parole. Nell’agosto 2012 Samar Yazbek è ritornata in Siria illegalmente, attraversando a piedi il confine turco. Questo è solo il primo di una serie di attraversamenti documentati in "Passaggi in Siria". Una volta dentro, la scrittrice ha visitato le zone “liberate” dal controllo del regime e si è impegnata in prima persona per costruire scuole e offrire sostegno alle persone bisognose, ma ha anche raccolto storie di persone e famiglie intere di cui parla nel suo libro.