€ 13.72€ 14.00
    Risparmi: € 0.28 (2%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come

Ne hai uno usato?
Vendilo!
Parole che provocano. Per una politica del performativo

Parole che provocano. Per una politica del performativo

di Judith Butler


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Cortina Raffaello
  • Collana: Minima
  • Traduttore: Adamo S.
  • Data di Pubblicazione: dicembre 2009
  • EAN: 9788860303158
  • ISBN: 886030315X
  • Pagine: 260
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Offese razziste, insulti a sfondo sessuale, ingiurie che feriscono minoranze e soggetti deboli: si tratta di parole che provocano e che sfuggono facilmente al controllo. Come rispondere a parole come queste? Basta fare appello alla censura per renderle innocue e poterle contenere? Secondo Judith Butler, non serve a nulla cadere nella trappola di una limitazione della libertà di parola e di espressione. Conta invece rivendicare una diversa possibilità di intervento politico. Si possono sempre citare quelle parole fuori controllo per rimetterle continuamente in atto e farle agire contro gli scopi per cui erano state pronunciate in un determinato contesto di violenza. Si può sempre far sì che, ripetendo quelle parole, esse circolino in ambiti diversi e acquisiscano nuovi significati, arrivando ad agire contro la stessa violenza che le ha prodotte.

Tutti i libri di Judith Butler

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Parole che provocano. Per una politica del performativo acquistano anche Seguire una regola di Andrea Guardo € 11.52
Parole che provocano. Per una politica del performativo
aggiungi
Seguire una regola
aggiungi
€ 25.24

Voto medio del prodotto:  1 (1 di 5 su 1 recensione)

1Tempo perso, 11-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un disutile compendio dei mille e più modi per ripetere lo stesso argomento in maniera sempre più complessa, la qual cosa si complica ulteriormente poichè la filosofa fa riferimento alla legislazione americana e ad avvenimenti locali. Chi conosce già l'argomento non trova nessun spunto originale, chi si approccia all'argomento la prima volta non ci capisce niente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Gli altri utenti hanno acquistato anche...

Ultimi prodotti visti