€ 21.12€ 22.00
    Risparmi: € 0.88 (4%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come

Ne hai uno usato?
Vendilo!
Paranoia, scienza e pseudoscienza. La conoscenza totale

Paranoia, scienza e pseudoscienza. La conoscenza totale

di Mario Rossi Monti


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

"Questo libro riguarda la trasformazione delirante dell'esistenza da parte di persone che arrivano progressivamente a costruire un mondo psicotico nel quale vivono barricati e, in qualche misura, protetti. Al prezzo però di una rinuncia al mondo consensuale. Chiusi in una visione univoca, impermeabile a ogni contatto queste persone "impiantano" stabilmente il delirio nella loro mente e "lavorano" attivamente al suo sviluppo e mantenimento. Dietro al delirio si percepisce un forte bisogno di tenere viva e attiva quella costruzione. Ancorché delirante, staccata dalla realtà a cui tutti partecipiamo, quella realtà svolge un ruolo fondamentale nella vita della persona. Di fronte a queste impressioni cliniche, le definizioni sbrigative della psichiatria clinica risultano assolutamente insoddisfacenti, limitandosi alla superficie del fenomeno, ostinandosi ad esempio a vedere il delirio solo come una "credenza falsa" e non cogliendone la vera natura sul piano del vissuto del soggetto. Se adottiamo i panni di un osservatore "imparziale", noi possiamo considerare il delirio una "credenza". Ma se stiamo a quello che le persone che delirano ci raccontano, siamo di fronte a una "esperienza", una esperienza che cattura, coinvolge, sostiene lo sviluppo di un insieme di credenze che può arrivare alla sistematicità della paranoia." (Dall'introduzione di Mario Rossi Monti)
Questo libro riguarda la trasformazione delirante dell'esistenza da parte di persone che arrivano progressivamente a costruire un mondo psicotico nel quale vivono barricati e, in qualche misura, protetti. Al prezzo però di una rinuncia al mondo consensuale. Chiusi in una visione univoca, impermeabile a ogni contatto queste persone “impiantano” stabilmente il delirio nella loro mente e “lavorano” attivamente al suo sviluppo e mantenimento. Dietro al delirio si percepisce un forte bisogno di tenere viva e attiva quella costruzione. Ancorché delirante, staccata dalla realtà a cui tutti partecipiamo, quella realtà svolge un ruolo fondamentale nella vita della persona. Di fronte a queste impressioni cliniche, le definizioni sbrigative della psichiatria clinica risultano assolutamente insoddisfacenti, limitandosi alla superficie del fenomeno, ostinandosi ad esempio a vedere il delirio solo come una “credenza falsa” e non cogliendone la vera natura sul piano del vissuto del soggetto. Se adottiamo i panni di un osservatore “imparziale”, noi possiamo considerare il delirio una “credenza”. Ma se stiamo a quello che le persone che delirano ci raccontano, siamo di fronte a una “esperienza”, una esperienza che cattura, coinvolge, sostiene lo sviluppo di un insieme di credenze che può arrivare alla sistematicità della paranoia.

Tutti i libri di Mario Rossi Monti


Ultimi prodotti visti