€ 13.17€ 15.50
    Risparmi: € 2.33 (15%)
Disponibilità immediata
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Paolo. L'ebreo che fondò il cristianesimo

Paolo. L'ebreo che fondò il cristianesimo

di Riccardo Calimani


Disponibilità immediata
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar storia
  • Data di Pubblicazione: novembre 2017
  • EAN: 9788804678571
  • ISBN: 8804678577
  • Pagine: 392
  • Formato: brossura
  • Ean altre edizioni: 9788804442905, 9788804500827

Descrizione del libro

L'autore parte da un dato di fatto - Paolo era ebreo - e conduce la sua analisi cercando di rispondere ad alcuni interrogativi fondamentali: che cosa ha conservato l'apostolo della cultura ebraica? Quali idee ha tratto da quella tradizione? In che modo se ne è allontanato e l'ha contrastata? Domande che non solo rimettono in discussione i rapporti originari tra ebrei e cristiani e i loro debiti reciproci, ma finiscono per investire anche i rapporti successivi fra le due confessioni, perché gettano nuova luce sulle radici di una millenaria conflittualità.

Tutti i libri di Riccardo Calimani

Voto medio del prodotto:  0 (0 di 5 su 0 recensioni)

5Paolo, primo cristiano?, 06-07-2010, ritenuta utile da 10 utenti su 10
di - leggi tutte le sue recensioni
Nel volume Gesù ebreo (Mondadori) Calimani afferma che Gesù fosse un predicatore ebreo che perseguiva il rinnovamento morale e spirituale della comunità ebraica del tempo. Gesù (Joshua) osserva la Torah (Legge), ne ribadisce la validità, parla , opera e si veste persino come un israelita molto pio. Davvero interessante poi l'esegesi del Padre Nostro in cui ogni espressione ricalca moduli sintattici di preghiere e meditazioni correnti tra gli ebrei di quel periodo. Da un esame attento delle scritture e talvolta delle loro incongruenze, Calimani deduce che Gesù è stato condannato dai romani per essersi proclamato Re dei Giudei e non dagli ebrei presso i quali anzi, in base alle stesse scritture, godeva di un vasto consenso.
Con questo volumetto l'indagine continua fino ad identificare in Paolo l'uomo della rottura con la tradizione ebraica: Paolo è il primo a predicare fuori da Israele; è Paolo ad affermare la linea di chi voleva accantonare la Legge (Torah) e il suo giogo di formalismi e rituali.
A differenza di Giacomo, fratello di Gesù, leader della comunità cristiana di Gerusalemme ligio alla tradizione israelitica, Paolo è un fariseo influenzato dalla cultura ellenistica: come fariseo accetta di buon grado la resurrezione di Gesù e la promessa di una resurrezione di tutti i morti; come esponente della cultura ellenistica persegue un piano di espansione globale di questa verità fino a segnare un distacco netto dalla tradizione giudaica e dalla sua Legge.
Calimani è alieno da suggestioni e supposizioni ardite; si limita ad esaminare i testi con il rigore di un esegeta coltissimo e attento. La sua conoscenza di riti, modelli culturali e testi è strepitosa e tutta la sua indagine è supportata da una bibliografia molto vasta.
Attualmente si va affermando, in modo un pò informe, una certa tendenza alla delegittimazione della Chiesa e del Cristianesimo. I volumi di Brown e la pletora di storie fantastiche su verità alternative a quella ufficiale rispondono a questo sentimento generale ma sempre nella forma del mito, del racconto suggestivo.
Con il libro di Calimani invece si fornisce un contributo fondamentale alla rimeditazione storica e critica dei contenuti scritturali.
In questo filone ma su un piano più divulgativo si collocano:
Corrado Augias-Mauro Pesce Inchiesta su Gesù Mondadori con tesi non dissimili da quelle di Calimani;
Corrado Augias - Remo Cacitti Inchiesta sul Cristianesimo - Come si costruisce una religione Mondadori.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti