• Premio Strega 2019

      All’Auditorium Parco della Musica di Roma, in occasione di Libri Come – Festa del Libro e della Lettura, sono stati annunciati i dodici candidati che si contenderanno il titolo nella LXXIII edizione del Premio Strega. Presidente del Comitato direttivo per l’edizione 2019 è l’autrice Melania Mazzucco, che ha selezionato coi suoi collaboratori la fortunata dozzina tra i cinquantasette titoli di narrativa proposti dal gruppo degli Amici della domenica. La selezione della cinquina di finalisti si terrà mercoledì 12 giugno nel Tempio di Adriano – Camera di Commercio di Roma, mentre l’elezione del vincitore si svolgerà giovedì 4 luglio al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, in diretta televisiva su Rai 3.
      Ecco di che libri stiamo parlando.
      “Nero ananas” di Valerio Aiolli (Voland) è un romanzo ambientato negli anni del terrorismo politico, tra il 1969 e il 1973. “Quella metà di noi” di Paola Cereda (Giulio Perrone Editore) racconta la storia di una maestra di mezza età che si reinventa badante. “Il rumore del mondo” di Benedetta Cibrario (Mondadori) ha per protagonista la figlia di un ricco mercante di seta nell'Italia del Risorgimento. “Di chi è questo cuore” di Mauro Covacich (La nave di Teseo) è un racconto sulla fragilità del corpo, che si apre con la diagnosi a uno sportivo di un'anomalia cardiaca. Ancora edito da La nave di Teseo è “La straniera” di Claudia Durastanti, memoriale dell'autrice, figlia di italiani migrati negli USA e poi tornata a sua volta in Italia. “Il risolutore” di Pier Paolo Giannubilo (Rizzoli) racconta la discesa agli inferi di un irregolare, il Gian Ruggero Manzoni, pronipote di Alessandro. “L’età straniera” di Marina Mander (Marsilio) narra la vicenda di Leo e Florin, due adolescenti diversissimi le cui vite s’intrecciano. “Lux” di Eleonora Marangoni (Neri Pozza) parla dell’ossessione per un amore passato e di un viaggio nel Sud Italia. Di nuovo di un viaggio racconta “Città irreale” di Cristina Marconi (Ponte alle Grazie), in cui la protagonista esplora la Londra dei primi anni della crisi. “Fedeltà” di Marco Missiroli (Einaudi), romanzo-riflessione sul tradimento, pare il vero candidato alla vittoria per questo Strega, che se la gioca, secondo i pronostici, con “M. Il figlio del secolo” di Antonio Scurati (Bompiani), storia della controversa figura del Duce Benito Mussolini. A chiudere la dozzina, un ultimo favorito: “Addio fantasmi” di Nadia Terranova (Einaudi), racconto di un ritorno a casa, in Sicilia, colmo di spettri e ricordi d'infanzia.
      Chi la spunterà?


    • I finalisti


    • Albo d'oro

Altri prodotti che ti potrebbero interessare: