€ 14.01€ 14.90
    Risparmi: € 0.89 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
L' ottico di Lampedusa

L' ottico di Lampedusa

di Kirby Emma-Jane


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Salani
  • Traduttore: Calza G.
  • Data di Pubblicazione: febbraio 2017
  • EAN: 9788893810623
  • ISBN: 889381062X
  • Pagine: 200
  • Formato: rilegato

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Carmine di mestiere fa l'ottico, ha cinquant'anni e vive sull'isola di Lampedusa. Ha scelto di vivere nella meravigliosa isola incastonata nel Mediterraneo per la sua pace, per il mare bellissimo, blu cobalto, in cui nuotano i delfini. Carmine potrebbe essere ognuno di noi: ha la sua vita, si preoccupa del futuro dei figli ormai grandi, si tiene in forma facendo jogging, ha un'attività ormai avviata, degli amici, insomma una vita tranquilla e solida nella calma di questa terra tra la Sicilia e l'Africa. Si, certo, anche qui qualcosa è cambiato, i turisti, i resti dei barconi abbandonati, i sacchetti di plastica che svolazzano, quei gruppetti di africani che vede camminare stancamente sulle strade dell'isola, autobus che ormai quasi ogni giorno escono dal porto stipati di migranti appena sbarcati, e poi tv e giornali traboccano di notizie di annegamenti e naufragi. Meglio non pensarci. Ma quel 3 ottobre del 2013 Carmine esce in barca con i suoi amici, a pescare e godersi il mare d'autunno, e all'improvviso si ritrova calato in quella realtà sino ad allora così lontana. In otto, con un solo salvagente recuperano quarantasette naufraghi, e la loro vita e quella dei salvati non sarà mai più la stessa. Tutti gli altri sono morti. Questo romanzo non è solo il racconto intenso del risveglio di una coscienza, ma anche una testimonianza toccante che riesce a evitare la retorica e l'invettiva riportando il problema dei migranti, senza banalizzarlo, alle sue dimensioni umanitarie, e che chiarisce la situazione di una crisi tuttora in corso, culminata in una delle più imponenti migrazioni di massa della storia dell'umanità.
L’ottico di Lampedusa di Emma Jane Kirby, giornalista inglese e reporter della BBC, è la storia di un uomo qualunque, definito un eroe da tutti, che riuscì a salvare quarantasette persone la notte del 3 ottobre 2013. Carmine Menna ha sempre detto di se di aver fatto una cosa molto spontanea che chiunque, al posto suo, avrebbe fatto. Ma il suo gesto ha invece acquisito nel tempo un significato simbolico molto forte perché se c’è una persona in mane va salvata, a prescindere dalle leggi e dai pensieri. Questo ha mosso Carmine in una notte in cui fu svegliato da alcune terribili urla durante una gita in barca. Mentre albeggia sulla baia di Lampedusa l’uomo esce sul piccolo ponte della sua barca e vede uno spettacolo terribile: una macchia enorme di persone, sparse in mare in un raggio di quattrocento metri. Carmine e i sette amici con cui condivideva la barca si rendono subito conto che non sono gabbiani, ma esseri viventi e diventano così i soccorritori di uno dei più gravi naufragi del Mediterraneo di cui si abbia testimonianza. Quella notte morirono in mare trecento sessantotto migranti, una ventina non furono mai ritrovati e centocinquanta cinque furono salvati. Secondo quanto ricostruito sulla base delle testimonianze dei sopravvissuti, il peschereccio sul quale viaggiavano si rovesciò a poche miglia da Lampedusa a causa di un incendio sviluppatosi a bordo. Carmine, l’ottico di Lampedusa, e i suoi sette amici sono riusciti a portare sulla loro barca quarantasette persone, su un’imbarcazione che potrebbe portarne al massimo dieci. Il libro di Emma Jane Kirby è il racconto di questo salvataggio e di un uomo qualunque trasformato in eroe da un gesto necessario e obbligatorio di fronte al quale ogni essere umano si trova.


Ultimi prodotti visti