€ 19.20€ 20.00
    Risparmi: € 0.80 (4%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Un orizzonte permanente. La traccia della guerra nella letteratura italiana del Novecento

Un orizzonte permanente. La traccia della guerra nella letteratura italiana del Novecento

di Giancarlo Alfano


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Aragno
  • Data di Pubblicazione: gennaio 2014
  • EAN: 9788884195586
  • ISBN: 8884195586

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

"Entro il 'secolo breve' si può dire che non ci sia stato grande scrittore italiano, in versi e in prosa, da Svevo a Bontempelli, da Gadda a Calvino, da Levi a Bassani, da Meneghello a Parise, da Pavese a Fenoglio, da Sereni a Morante, da Caproni a D'Arrigo, da Pasolini a Testori, da Zanzotto a Raboni, la cui opera non sia attraversata da una filigrana più o meno rilevata, più o meno visibile a giorno. Una sottile linea rossa costituita dalla memoria della guerra, delle due grandi guerre che nel Novecento hanno solcato in profondità il territorio della Nazione, condizionandone in misura decisiva la storia e l'identità. È questo l'orizzonte permanente di cui tratta Giancarlo Alfano in questo libro denso, quasi doloroso e insieme limpido: che per la prima volta tematizza con decisione come centrale questo che non si può neppure dire un tema quanto un diagramma, una struttura segreta che davvero innerva la letteratura italiana del Novecento. Da un punto di vista psichico, e al di là delle biografie materiali degli autori più o meno direttamente coinvolti nei combattimenti, esemplare è sempre la figura del reduce, colui che ritorna dalla guerra. Perché in questa figura si condensa appunto il ritornare della guerra, l'intermittente sussultare della memoria involontaria nei luoghi del trauma: che resta ferita aperta nella mente e polo magnetico della scrittura." (Andrea Cortellessa)

Tutti i libri di Giancarlo Alfano