€ 19.00
In pubblicazione
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà acquistabile:
 

Disponibile in altre edizioni:

Le origini del pensiero greco
€ 8.00 € 7.52
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Le origini del pensiero greco
€ 17.50 € 16.80
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Le origini del pensiero greco

Le origini del pensiero greco

di Jean-Pierre Vernant


In pubblicazione

 Questo prodotto appartiene alla promozione  

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 2 recensioni)

4Alle origini della libertà, 29-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
La tesi principale è quella che la nascita del pensiero greco sia da ricondurre al passaggio da una cultura retta dal principio gerarchico (un re che si legittimava mediante miti divini) ad una società tra pari retta da leggi valevoli per tutti (isonomia anche se non ancora giustizia sociale) con libertà di discussione e dunque basandosi su argomenti che è possibile criticare. Insomma la libertà e anche il fondamento dell'evoluzione del pensiero. Bello vero?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Sempre un grande libro, 15-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Sebbene abbia i suoi anni ( è del 1962) questa breve introduzione può risultare ancora utile a chi si accosta per la prima volta al pensiero greco. Vernant mette in stretta correlazione il passaggio da forme di governo monarchico di tipo orientale a forme di tipo democratico tipiche della polis con la nascita del pensiero filosofico e l'uscita dalla dimensione mitica. Sono molto interessanti ai fini di una storia del problema i seguenti punti: la società "geometricamente" ordinata, governata dal centro, è quell'uguaglianza che permette la competizione (Aristotele dirà: l'amicizia) ; Sparta dopo il VII secolo aev conosce un'uguaglianza ditipo "aritmetico" forse. In pratica l'uguaglianza politica è intrisecamente legata alla possibilità della differenza, da qui il suo valore di problema.
Inoltre la teoria del giusto mezzo di Aristotele (ma presente geometricamente anche in Platone) sembra essere ispirata dalla nuova società greca costruita en meson. La nascita della Ragione, una delle tante "ragioni" possibili, avviene in Ionia in virtù della mutata vita politica: essa è la ragione della misura, della geometria, e dell'aritmetica, dell'ISONOMIA. Come conclude Vernant essa è "figlia della città". Quindi della politica e del diritto, piuttosto che delle scienze naturali.
Ritieni utile questa recensione? SI NO