€ 12.22€ 13.00
    Risparmi: € 0.78 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
L' opera

L' opera

di Émile Zola


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Garzanti Libri
  • Collana: I grandi libri
  • Edizione: 7
  • Traduttore: Cordelli F.
  • Data di Pubblicazione: maggio 2006
  • EAN: 9788811362227
  • ISBN: 8811362229
  • Pagine: XXXVII-369
  • Formato: brossura
  • Ean altre edizioni: 9788811582229

Trama del libro

Il dramma del protagonista, il pittore Claude Lantier, è quello - scrive Lanfranco Binni nell'introduzione - "del rapporto con il proprio lavoro, con la durezza della materia; è lo stesso dramma del lavoro-passione e del lavoro-fatica che Zola medesimo prova quotidianamente. "L'opera" infatti non è un romanzo autobiografico soltanto per l'ambiente che accuratamente descrive, l'ambiente più direttamente conosciuto da Zola; è un romanzo autobiografico soprattutto perché testimonia l'atteggiamento dello stesso Zola nei confronti del proprio lavoro letterario, ed è proprio per questa ragione un romanzo di centrale importanza per conoscere la sua concezione del mondo e la sua poetica".

I libri più venduti di Émile Zola

Tutti i libri di Émile Zola

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano L' opera acquistano anche Il pianeta irritabile di Paolo Volponi € 10.34
L' opera
aggiungi
Il pianeta irritabile
aggiungi
€ 22.56

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su L' opera e condividi la tua opinione con altri utenti.


Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 1 recensione)

4Un pittore, 29-01-2012, ritenuta utile da 47 utenti su 59
di - leggi tutte le sue recensioni
Nella saga dei Rougon-Macquart, ai figli di Gervaise sono dedicati almeno tre libri, uno per ciascuno. In L'OPERA il protagonista è Claude Lantier, il primogenito, cresciuto in provincia, cioè a Plassans, e approdato a Parigi per fare il pittore. Giovane già decisamente strano, dal suo incontro con Christine, una fanciulla povera e sola, scaturisce un rapporto coniugale infelice, culminante nella nascita di un bimbo deforme e demente.
La tragedia personale di Claude però sta anche nel divario tra le sue incredibili capacità pittoriche e la sua lontananza dalla realtà. Ciò lo porta a presentare dipinti scandalosi e ad esporsi all'esecrazione del pubblico, mentre altri pittori, che sanno agire con maggior furbizia, riescono ad approfittare in modo disonesto delle sue anticipazioni geniali ed avere successo. Il finale è all'insegna del dramma assoluto.
Pur nell'apparente bruttezza della trama, il romanzo contiene pagine molto riuscite sia sull'ambiente artistico (siamo agli albori dell'impressionismo) , sia nell'indagine dei sentimenti e delle motivazioni di vari personaggi. La tesi di fondo è che Claude sia un pazzo potenziale, ma il contorno artistico lo rende più estraneo alle premesse ereditarie della sua famiglia d'origine, più "artista maledetto", e questo mi ha agevolato nella lettura del libro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Altri utenti hanno acquistato anche

Ultimi prodotti visti