€ 8.55€ 9.00
    Risparmi: € 0.45 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 3/4 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

L' ombra della guerra. Il 1945, l'Italia
€ 13.30 € 14.00
Disponibile in 5/6 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
L' ombra della guerra. Il 1945, l'Italia

L' ombra della guerra. Il 1945, l'Italia

di Guido Crainz


18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Qual era la situazione, reale e immaginaria, dell'Italia nel 1945? Quale paese usciva da vent'anni di fascismo, da una guerra devastante, da una terribile occupazione nazista e da una resistenza che è stata anche guerra civile? In questo volume Guido Crainz descrive i momenti principali del passaggio cruciale dal regime fascista alla nascente democrazia italiana. Letteratura e giornalismo d'epoca, memorie e documenti d'archivio testimoniano il segno profondo lasciato dalla guerra in un paese oscillante tra speranze e paure, tra desiderio di trasformazione e bisogno di normalità. Ci trasmettono la necessità di un esame di coscienza collettivo volto a capire le ragioni del dramma alle spalle, che però si interromperà troppo presto. Ci ripropongono, infine, le condizioni concrete in cui avviene la costruzione della "democrazia dei partiti", con le sue contraddizioni e i suoi limiti. In questo quadro, anche le violenze successive al 25 aprile trovano una precisa collocazione storica, perché situano concretamente i drammi vissuti da milioni di donne e di uomini negli anni precedenti. E soprattutto mostrano quanto ancora fosse lunga l'ombra della guerra, in grado di alterare i più elementari codici di comportamento e ridisegnare un'antropologia della violenza e dell'illegalità che ci lascia sconcertati e ci rimanda a un'Italia molto lontana da noi.

Tutti i libri di Guido Crainz

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 1 recensione)

4L'ombra della guerra, 06-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Il sottotitolo recita: "Il 1945, l'Italia". Lo storico affronta il tema dei mesi strazianti a cavallo tra ultimi momenti della guerra civile e primi tentativi di ricostruzione del tessuto sociopolitico nazionale. E lo fa dando la parola a testimonianze dell'epoca, giornalistiche e letterarie; ma anche a materiale documentario. I drammi personali ci furono da una parte e dall'altra, come le crudeltà, a volte disumane. La buona fede potè essere nei singoli opposti combattenti. La pietà, cristiana o laica, di fronte alla morte non è in discussione. Ma di contro a odierni tentativi di interpretazioni buoniste e revisioniste, un fatto è chiaro, pro sempere: che gli uni erano dalla parte "giusta" e gli altri erano dalla parte "sbagliata".
Una nota negativa per l'esosità dell'Editore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti