€ 19.00€ 20.00
    Risparmi: € 1.00 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Odio sentirmi una vittima. Intervista su amore, dolore e scrittura con Jonathan Cott

Odio sentirmi una vittima. Intervista su amore, dolore e scrittura con Jonathan Cott

di Susan Sontag, Jonathan Cott


  • Editore: Il Saggiatore
  • Collana: La piccola cultura
  • Traduttore: Dilonardo P.
  • Data di Pubblicazione: luglio 2016
  • EAN: 9788842822424
  • ISBN: 8842822426
  • Pagine: 163
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Riflettere è stata l'attività principale nella vita di Susan Sontag. E scrivere. Riflettere e scrivere sulla malattia e sulla marginalità dei malati, dei pazzi, degli artisti; sulla rottura delle categorie stereotipiche di maschio e femmina o giovane e vecchio; sul rapporto tra amore, eros e amicizia; sulla necessità dell'impegno contro le guerre e della critica alla società occidentale; sul bisogno di reagire all'anti-intellettualismo. Nella sua vita. Susan Sontag ha sperimentato di tutto: la laurea a Harvard e l'insegnamento alla Columbia University insieme alle droghe e al punk-rock dei concerti di Patti Smith al Cbgb; il divorzio e la fuga dall'insegnamento universitario e poi la vita tra New York e Parigi e l'amicizia con Roland Barthes. In "Odio sentirmi una vittima" Susan Sontag racconta che cosa significhi essere una donna intelligente, indipendente e appassionata. Una donna che ha saputo trasformare l'inquietudine esistenziale in un'incessante e fruttuosa ricerca, nella tensione a reinventarsi perpetuamente. Una donna che non ha avuto paura di rivoluzionare tutto più e più volte, muovendosi sempre in terra straniera e sempre scoprendo di essere già in cammino: una vita passata ad andare via, un eterno apprendistato alla vita.

Tutti i libri di Susan Sontag

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 2 recensioni)

5Ancora poco letta in Italia, 09-04-2018
di - leggi tutte le sue recensioni
"Il libro che mi ha fatto desiderare di diventare una scrittrice è stato Martin Eden di jack London. L'ho letto a tredici anni. Il primo romanzo che mi ha segnata è stato I miserabili - ho singhiozzato, ho pianto. " Una lunga e bellissima intervista a Susan Sontag che parla di tutto: letteratura, malattia, dolore, politica, linguaggio. Fantastica.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Susan come nessuna, 14-03-2018
di - leggi tutte le sue recensioni
Quarant'anni fa, nel 1978, la rivista Rolling Stone pubblicò solo una piccola parte dell'intervista di Jonathan Cott. Il Saggiatore finalmente la pubblica interamente ed è davvero un testo capitale per comprendere Susan Sontag, una delle più grandi narratrici e saggiste americane del Novecento.
Ritieni utile questa recensione? SI NO