€ 5.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Il nuotatore

Il nuotatore

di John Cheever


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Fandango Libri
  • Collana: Fandango tascabili
  • Traduttore: Papi M.
  • Data di Pubblicazione: luglio 2008
  • EAN: 9788860440891
  • ISBN: 8860440890
  • Pagine: 56
  • Formato: brossura

Trama del libro

Maestro del racconto contemporaneo, John Cheever indaga il microcosmo affettivo della vita dei sobborghi, le sottili ambiguità dei rapporti umani, scavando nella normalità con passione, cogliendo le contraddizioni, le speranze, le inquietudini, il malessere della borghesia americana. La narrazione diventa un instancabile gioco di proiezioni che ci ritrae protagonisti nella nostra storia. La storia di un uomo che sogna di attraversare la città a nuoto, tuffandosi nelle piscine di tutti i vicini. A ogni tuffo un incontro, una dichiarazione d'amore, una sorpresa, una scheggia di passato che viene a galla; ma quel che compie in realtà è un unico vero spostamento: verso la disillusione, il disincanto.

I libri più venduti di John Cheever

Tutti i libri di John Cheever

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0(Ri)leggere John Cheever , 06-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Così, ad una prima lettura, mi pare che buona parte dei minimalisti debba qualcosa a questo scrittore. Forse mi sbaglierò, chissà. Certamente il grande Raymond Carver (che poi minimalista non era) ha letto Cheever e ha fatto della sua "essenzialità" una preziona lezione.
In questo "libricino" (56 pagine) sono inclusi due dei racconti più celebri di Cheever: "Il nuotatore" e "Una radio straordinaria".
Vorrei soffermarmi sul primo, nel quale si narra l'impresa "sportiva" più "assurda" che abbiate mai ascoltato: l'alto borghese ricchissimo nonché affascinante Neddy Merrill, ospite insieme alla moglie Lucinda dai Westerhazy (altrettanto ricchi), decide improvvisamente di tornare a casa. E cosa c'è di strano in questo, direte voi. Si dà il caso che voglia farlo in un modo piuttosto bizzarro e poco convenzionale: a nuoto! Già, avete letto bene.
Cheever scrive: <>.
E’ un racconto che si avvale di un simbolismo semplice e diretto, il movimento che conduce Merrill dalla abitazione dei Westerhazy alla sua, è un spostamento metaforico: di piscina in piscina, da una abitazione all’altra, i vari incontri con i ricchi conoscenti, ogni tuffo è un passo verso la disillusione, verso una caduta inesorabile, una dolorosa presa di coscienza… Ma non vi dirò di più, non vorrei rovinarvi il finale.
Il libro, inoltre, contiene un terzo racconto “Un giorno qualsiasi”, una serie di avvenimenti apparentemente banali di una famiglia privilegiata e inconsistente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO