€ 16.70
Fuori catalogo - Non ordinabile
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Morfologia e sintassi latina. Per i Licei e gli Ist. magistrali

Morfologia e sintassi latina. Per i Licei e gli Ist. magistrali

di Alfonso Traina, Tullio Bertotti, Luciano Pasqualini

  • Editore: Cappelli
  • A cura di: A. Toschi, L. Reggiani
  • Data di Pubblicazione: 2007
  • EAN: 9788837911096
  • ISBN: 8837911092
  • Pagine: 400
  • Formato: brossura
Cerchi i libri per la scuola?
Consulta subito la lista dei testi adottati nella tua classe
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Questo corso di latino ripropone, opportunamente adattato da due insegnanti di liceo, la più classica delle grammatiche latine: la Morfologia di Traina/Pasqualini e, soprattutto, la Sintassi latina di Traina/Bertotti.Nella considerazione generale il liceo (e il latino) sono divenuti agli occhi di genitori e insegnanti un bene rifugio nella svalutazione del percorso scolastico. Questo assunto comporta un ritorno a modi e forme di avvicinarsi alla lingua latina estremamente rigorosi. La richiesta di una larga fetta di insegnanti va dunque nella direzione di un recupero di strumenti sicuri e comprovati. Di qui l'iniziativa di riproporre un'opera sul cui valore scientifico non era il caso di ritornare, ma che era necessario aggiornare soprattutto a livello di impianto didattico. Per ottenere questo risultato era indispensabile che l'aggiornamento venisse curato da due insegnanti quotidianamente alle prese con la didattica del latino.Il volume di Teoria condensa i precedenti testi separati di Morfologia e Sintassi, affiancando a una approfondita analisi degli aspetti morfologici, brevi anticipazioni sintattiche nell'ottica di preparare da subito lo studente alla lettura di brani e frasi d'autore. La semplificazione dell'apparato teorico è da intendersi nella direzione di un latino in cui i fenomeni grammaticali sono da considerarsi funzionali alla comprensione e alla traduzione dei testi: questo significa che norme strutturate per un apprendimento della lingua attivo (la tradizionale versione ""dall'italiano al latino"") sono state riviste in funzione della lettura dal latino o, in caso di particolarità al di fuori dell'ambito degli studi superiori, sono state eliminate o poste in nota.I volumi degli esercizi hanno subito i maggiori interventi. I tomi originali erano rimasti ineguagliati per la quantità e la puntualità delle frasi ""tutte d'autore"" che presentavano già nei capitoli dedicati alle declinazioni. Di fronte alla mutata preparazione di base degli studenti, che per lo più non conoscono il latino prima del biennio superiore, si è pensato di premettere al lavoro di traduzione esercitazioni utili a memorizzare e a prendere confidenza con le forme nominali e verbali della lingua.Un aspetto nuovo, che in passato era demandato ad altri libri di testo o comunque si riteneva assimilato attraverso un percorso graduale di assimilazione della civiltà latina, è la rilevanza data al lessico. Accanto allo studio e alla verifica di fenomeni morfologici e sintattici pari dignità è data alla semantica. Questo anche attraverso il volumetto che mostra parallelamente e perciò nel concreto dell'uso, lessico e civiltà.