€ 15.72€ 18.50
    Risparmi: € 2.78 (15%)
Disponibilità immediata
Ordina entro 13 ore e 44 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo venerdì 23 febbraio Scopri come
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
La Montagna rossa

La Montagna rossa

di Olivier Truc


Disponibilità immediata
  • Editore: Marsilio
  • Collana: Farfalle
  • Traduttore: Fontana R.
  • Data di Pubblicazione: gennaio 2018
  • EAN: 9788831728539
  • ISBN: 8831728539
  • Pagine: 495
  • Formato: brossura

Descrizione del libro

L'inverno è alle porte tra i pascoli di renne all'ombra della Montagna rossa, nella Lapponia svedese. Sotto una pioggia che scende incessante da giorni, gli allevatori del clan Balva devono completare la soppressione annuale del bestiame, prima che la tundra si copra di ghiaccio e neve, e parallelamente difendere dinanzi alla corte suprema il diritto alla terra dei sami, il popolo lappone, contro le rivendicazioni dei proprietari dei boschi. Ma il rinvenimento di uno scheletro umano senza cranio cambia le carte in tavola, costringendo il capo del Balva, Petrus Eriksson, a contattare la polizia delle renne per l'identificazione. Non si tratta di un'indagine di routine per Klemet Nango e Nina Nansen: i primi rilievi mostrano che le ossa risalgono al diciassettesimo secolo, e se appartenessero a un uomo sami potrebbero essere la prova di una presenza ancestrale del suo popolo nella regione. Un popolo sempre più emarginato e condannato all'estinzione, vilipeso dal razzismo e ridotto a elemento di folklore, senza memoria né futuro. Un popolo il cui destino ricorda quello delle vittime dei nazionalismi novecenteschi, ma anche quello dei rifugiati di oggi, nomadi per necessità alla ricerca di una vita migliore. Agli agenti Nango e Nansen spetta il compito di immergersi negli archivi di storici e antropologi, nelle collezioni di antiquari e musei, per illuminare i meandri di una storia di odio e sopraffazione che le istituzioni svedesi vorrebbero cancellare. Tra misuratori di crani e ladri di vestigia aborigene, massaggiatrici thailandesi e ambigue giocatrici di bingo, nel cuore di montagne incantate e foreste senza fine, la pattuglia P9 della polizia delle renne dovrà scoprire la verità e allo stesso tempo restituire dignità alla gente della tundra, dalla cui vita in armonia con la flora e la fauna del Grande Nord il nostro presente miope ha tutto da imparare.
Esistono etnie sconosciute al mondo, ma con una storia antica e incredibile alle spalle. È il caso dei sami, protagonisti dell’ultimo romanzo di Olivier Truc "La montagna rossa". Gli abitanti autoctoni della Lapponia vivono da sempre in conflitto con il popolo svedese che negli anni ha occupato la loro zona di confine e di vita, costringendoli a diventare una minoranza. Nella cornice di questa guerra etnica, sanguinosa e piena di ragioni, si infiamma la storia dei protagonisti di questo noir in stile nordico dove Nina Nansen e Klemet Nango, investigatori della squadra di Stoccolma, sono chiamati a risolvere uno strano e inquietante caso di omicidio. Gli allevatori di renne, impegnati nella soppressione annuale del bestiame, hanno infatti ritrovato un mucchio di ossa umane e non si sa a chi appartengano quei resti. Scavando nel passato di quella terra, nella mente e nelle tradizioni del popolo sami, Nina e Klemet troveranno la pista giusta, che li condurrà proprio in bocca all’assassino e ad una fame di vendetta che ha radici molto antiche. Tra i ghiacci, il freddo e il buio gelano l’anima dei due investigatori trasportati in una storia di guerra etnica che neppure loro conoscevano, relegati nella metropoli di Stoccolma. Olivier Truc con "La montagna rossa" riaccende così la luce sul popolo Sami con un giallo a tinte glaciali.


Ultimi prodotti visti