€ 16.22€ 16.90
    Risparmi: € 0.68 (4%)
Normalmente disponibile in 5/6 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

La moglie del senatore
La moglie del senatore(2011 - brossura)
€ 13.00 € 12.48
Normalmente disponibile in 5/6 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
La moglie del senatore

La moglie del senatore

di Sue Miller


Normalmente disponibile in 5/6 giorni lavorativi
  • Editore: Marco Tropea Editore
  • Collana: I narratori
  • Traduttore: Lagomarsino G.
  • Data di Pubblicazione: novembre 2008
  • EAN: 9788855800495
  • ISBN: 8855800493
  • Pagine: 347
  • Formato: brossura

Trama del libro

Autrice di fama mondiale, amata per la sua particolare sensibilità letteraria, Sue Miller torna a parlarci di famiglia, maternità e fedeltà, attraverso l'intenso ritratto di due donne che agli opposti stadi della vita si trovano a dover affrontare problemi paralleli. La giovane Meri si è appena sposata con Nathan, un brillante docente universitario. Una gravidanza inattesa la costringe a riflettere su se stessa, sullo scarto - che col passare del tempo si fa sempre più ampio - fra aspettative e realtà. Delia, la raffinata vicina di casa, è la moglie del senatore di lungo corso Tom Naughton. L'infedeltà cronica di quest'ultimo è un fatto risaputo nei circoli mondani e politici di Washington, ma ogni volta che s'incontrano, i due sembrano vivere un riavvicinamento profondo e sincero. Com'è possibile, di fronte all'ennesima umiliazione, provare ancora una forma d'amore? Fino a che punto un cammino segnato dai compromessi e dalle delusioni può culminare nella grazia e nel perdono?

I libri più venduti di Sue Miller

Tutti i libri di Sue Miller

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 1 recensione)

4Mery per sempre, 06-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Gran bel romanzo di formazione, un'opera prima che fa riflettere e ci fa prendere coscienza dei nostri limiti. Malaspina forse sarà cambiato, anche se è l'idea di un carcere minorile di per se è un'aberrazione, ma i suicidi in carcere, almeno quelli che arrivano alla cronaca dei gironali da un po' di tempo, raccontano, o almeno fanno intuire, che ciò che è scritto in queste pagine, che vengono dalla seconda metà degli anni ottanta, è ancora pesantemente presente. Che dentro il carcere, spesso, c'è una repliac aberrante ed oscena del mondo di cui i detenuti hanno fatto esperienza prima della detenzione e che per questo motivo il loro permanere lì sarà assolutamente inutile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Prodotti correlati

Ultimi prodotti visti