€ 37.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Mitchell. Riopelle. Un couple dans la démesure-Nothing in moderation. Ediz. bilingue

Mitchell. Riopelle. Un couple dans la démesure-Nothing in moderation. Ediz. bilingue

di Kenneth Brummel, Yves Michaud


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: 5 Continents Editions
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2017
  • EAN: 9788874397914
  • ISBN: 8874397917
  • Pagine: 208
  • Formato: rilegato

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Il pittore canadese Jean-Paul Riopelle (1923-2002) e la pittrice americana Joan Mitchell (1925-1992) appartengono come Auguste Rodin e Camille Claudel, Man Ray e Lee Miller, Diego Rivera e Frida Kahlo, Jackson Pollock e Lee Krasner, a quella costellazione di mitologie sentimentali e artistiche, feconde e tumultuose, sempre in bilico fra rispetto e odio, emulazione e gelosia, solitudine e fusione. Questo ricco catalogo diventa così un'opera di riferimento e fa una sintesi del sodalizio creativo che unì i due artisti per venticinque anni. Redatto da esperti del periodo e della loro opera, il volume mette in luce i legami formali, estetici e biografici che nutrirono ogni loro spunto creativo e fornisce ai lettori uno strumento di approfondimento su due grandi corpus artistici della seconda metà del XX secolo. Prima opera incentrata sul loro rapporto, a partire dall'incontro avvenuto nel 1955 fino alla separazione nel 1979, il volume riunisce una sessantina di opere magistrali, perlopiù quadri di grande formato, alcuni lavori su carta e documenti di archivio, e illustra come questi due artisti che hanno condiviso quasi venticinque anni di vita, prima a Parigi poi a Vétheuil (nella valle della Senna), abbiano affinato una pratica d'atelier e realizzato un'opera dalla cifra distintiva, instaurando al contempo un ricco dialogo intorno all'astrattismo. La loro vicinanza all'eredità impressionista, alla natura e il loro gusto per la provocazione li hanno sicuramente avvicinati, così come un'idea di pittura e metodi di lavoro comuni che si sono affermati come profondamente identitari, strettamente legati al loro rapporto sentimentale e al loro rapporto con l'ambiente in cui vivevano. Grazie a confronti e risonanze fra opere dai temi comuni o dai motivi e fonti d'ispirazione propri a ognuno (in particolare la musica, la poesia e la campagna intorno a Vétheuil per Mitchell, l'esplorazione di diverse tecniche fra cui l'incisione e la scultura per Riopelle), ecco uno splendido ritratto di due grandi figure dell'astrattismo internazionale.